domenica 29 settembre 2013

Nebbiolini. Quando un assessore è meglio che faccia un passo indietro.

L'assessore alle partecipate Fabio Nebbiolini, che lunedì relazionerà al consiglio sull'ordine del giorno della maggioranza per dire a se stessa che bisogna salvare i lavoratori di API, è una di quelle persone che, prima di assumere un incarico, dovrebbero guardarsi allo specchio e dirsi: "forse, per decenza, è meglio che faccia un passo indietro!".
Nebbiolini, padano, dirigente della COSVIN S.r.l., un'immobiliarista di Corsico, costruttori committenti della "casa nel parco", un attentato al paesaggio, entra in Giunta in Aprile. L'esperienza a Rozzano se l'è fatta - come non poteva essere - nel mondo delle cooperative che hanno devastato l'area RZ6, lasciando un monte di case sfitte e invendute, con la cooperativa Degradi, di cui è stato vice presidente.
Ma non basta. Ha mal-trattato Rozzano anche grazie al teleriscaldamento, come parte del CdA di RETE, un'azienda nata per il nulla nel 2006, e chiusa nel nulla nel 2011, lasciando sul territorio "morti e feriti" per un importo complessivo di  oltre un milione e mezzo di razzia dal Pubblico...
Ecco, in figura, il dettaglio ricostruito dai bilanci e dai verbali di Cda.
Si tratta, insomma, di uno di quei "dirigenti" che, a detta di Di Bartolomeo, costituiscono la "testa del pesce" che puzza, da abiurare...
Come si vede, in RETE, affiorano anche altri conniventi: dal "super dirigente di ogni cosa fatta a Rozzano sin alle incomprensioni con D'Avolio", Carlo Carrara, all'ex assessore "comunista" (si può dire ancora?) Pietro Forello; indi, in quotaparte, si nomina e retribuisce l'ottimo figlio di Carrara, Mauro, e l'immancabile ing. dir. cons. capogr.dirig. resp. tec. Vito Ancora.
La somma del pagato come prebende (inutili), consulenze ai noti, risultati in perdita e soldi dei cittadini tramite il Comune, ammonta a un milione e 551 mila euro!!
E' certamente il caso che qualcuno paghi e risponda per questo....
RF

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.