lunedì 30 settembre 2013

Chiarimenti di Moro e replica di Ferretti: le garanzie di democrazia.

Moro e D'Avolio
Dopo la commissione dello scorso giovedì, prodroma al consiglio comunale di questa sera, il presidente della commissione "dipartimentale" risorse Pietro Moro torna sul tema delle sue dimissioni, e lo fa con una mail ai commissari nella quale ricorda i termini legali delle suddette: "...le Commissioni Dipartimentali Permanenti sono costituite dal settembre 2009 con deliberazione consiliare n. 29 del 14/09/2009 ad oggetto: COSTITUZIONE COMMISSIONI COMUNALI DIPARTIMENTALI PERMANENTI. Tra i presenti, almeno sulla carta, risultava anche il Cons. Ferretti".
Con questa sua nota intende smarcarsi dalla richiesta - che ritiene inopportuna - di dimissioni sollevata da tutte le opposizioni.
"La presidenza della Commissione Risorse venne assegnata alle opposizioni "con accordo politico non per decreto" dalla legislatura 1999->2004 in poi - dice Moro - e non ritengo quindi che attenga a questa situazione. Impegniamoci sui temi più importanti!"
Ciò detto, il capogruppo Gianni Ferretti del PDL ricorda con puntualità che si trova un chiaro riferimento normativo nel Testo Unico degli Enti Locali all'articolo 44:
"Garanzia delle minoranze e controllo consiliare
1. Lo statuto prevede le forme di garanzia e di partecipazione delle minoranze attribuendo alle opposizioni la presidenza delle commissioni consiliari aventi funzioni di controllo o di garanzia, ove costituite.

2. Il consiglio comunale o provinciale, a maggioranza assoluta dei propri membri, puo' istituire al proprio interno commissioni di indagine sull'attivita' dell'amministrazione. I poteri, la composizione ed il funzionamento delle suddette commissioni sono disciplinati dallo statuto e dal regolamento consiliare."
E continua: "E' chiaro che non è importante il fatto che si tratti di semplici commissioni dipartimentali, ovvero consultive, ma si tratta di dare garanzie di trasparenza e buon operato tramite il controllo delle opposizioni!"
Il cosiddetto "spoiling system" anglosassone, che in Italia è stato sostituito dal "se vinco mi piglio tutto" alla faccia delle garanzie democratiche (sia da destra che da sinistra), da la cifra della poca evoluzione che l'Italia ha avuto intorno alle vicende della democrazia stessa. Sempre a metà strada tra Montesquieo e Mussolini...
RF

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.