martedì 27 novembre 2012

Rozzano Bersaniana: oltre il 58% al segretario PD.

I risultati delle primarie a Rozzano sono a dir poco strabilianti: quasi 6 votanti su 10 del centrosinistra si sono espressi a favore di Bersani!
Anche se si parla di 2049 votanti, solamente il 6,6% del totale (circa 31.100), il dato è significativo. Il PD ha "controllato" magistralmente il voto. Nei giorni scorsi erano arrivati gli "ordini di scuderia". Dopo le primarie per la segreteria del partito, che avevano visto uno schieramento meno compatto e la nomenclatura locale divisa tra Bersani e Franceschini (con il Sindaco schierato per "l'emiliano"), si registra una scelta netta che, stante il clima elettorale lombardo, indica e conferma la forza del partito guidato da D'Avolio... ehm, da Lo Preiato - lapsus fruediano? - smentendo il nostro post, nato per "stanare" il Sindaco.
Già una settimana fa, infatti, durante il Consiglio Comunale, il Primo Cittadino ci aveva anticipato che non si sarebbe sottratto alla corsa per l'emiciclo lombardo ("Marco, ma chi ti ha detto che non mi candido?"), ma ora, con l'exploit del voto delle primarie, tale possibilità diventa una certezza.
Clicca sull'immagine per ingrandirla.

Dalla tabella del voto rileviamo che Renzi è stato "boicottato": solo nella sezione di Rozzano Vecchia, dove si è avuto il maggior numero di votanti e quindi minori possibilità di controllo, Renzi ha avuto un decente 27% (decente rispetto al dato nazionale). Si rileva invece come, nei quartieri popolari (le sezioni di via Gerani, via Mimose e viale Lazio), Bersani - il PD locale - abbia ottenuto il più vasto consenso, con punte del 77%!!
Non sfonda, invece SEL, che - sebbene in linea con il dato nazionale - si aspettava di poter raccogliere maggiori consensi visto l'impegno profuso in questi mesi sul territorio, come a dire che le rivendicazioni al tavolo di una coalizione del primo turno amministrativo dovranno essere più contenute del previsto?
Il dato non è statisticamente rilevante, vista la bassa affluenza complessiva, ma la tendenza è ancora a dimostrare che un'eventuale cambio di casacca del Governo locale non sarà possibile se non attraverso la puntuale attenzione alle "abitudini" dell'Aler.

4 commenti:

  1. buona sera masini mi scusi tanto per questi sondaggi fatti. dopo aver visto l'altra sera striscia la notizia che chiunque poteva votare piu volte! percio io avrei il dubbio che questo 58 percento abbiano votato visto che si doveva pagare anche 2 euro e a rozzano conosco molto bene che tanta gente non li ha tirati fuori perche sono disperati lei cosa mi dice. distinti saluti mario

    RispondiElimina
  2. Mi scusi Masini, ma come fa a titolare "Rozzano bersaniana" ?
    Lei stesso scrive che ha votato solo il 6,6% dei rozzanesi, e di questi il 58% ha votato Bersani.
    Se la matematica non è un'opinione Bersani è stato votato del 3,4% dei rozzanesi. O no ?

    RispondiElimina
  3. Ciao Marco
    questi dati e queste percentuali possono essere lette in vari modi. Innanzi tutto colpisce la bassissima percentuale di votanti a Rozzano, ben inferiore alla media nazionale sebbene le percentuali degli elettori di centrosinistra rozzanesi sia superiore alla media nazionale stessa.
    A mio parere andrebbero poi solo considerate le percentuali delle frazioni, decisamente allineate tra di loro sui vari candidati e generalmente in linea con le percentuali nazionali.
    Quello che succede nel mondo ALER è invece preoccupante ed evidenzia in maniera lampante che i voti calabro-campani di ALER possono essere "gestiti", che esiste cioè un deus ex-machina che fornisce indicazioni di voto. Non è statisticamente spiegabile altrimenti come, indipendentemente dalle percentuali bolsceviche di Bersani, raccolga pochissimo in una zona fortemente popolare il candidato Vendola.
    A questo punto aspettiamoci un editoriale festante di Fabio Massa sul "VIVI e "A.M.A. ROZZANO" della premiata ditta Sgambato-D'Avolio.

    Per la cronaca è bene scrivere che il voto a Bersani nel ballottaggio verrebbe visto come un voto pro-D'avolio e pro-cricca Penati e C.. Motivo per cui continerò a votare fiducioso MATTEO RENZI!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che manca solamente un significativo flashmob per ballare il Gangnam Coreano.

      Cordialità
      bertoldo amleto

      Elimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.