venerdì 16 novembre 2012

Fissate le elezioni regionali: cosa succederà a Rozzano?

Due fatti ci porteranno alla prossima primavera.
Il primo è che anche nell'ultimo consiglio comunale (al quale non ho potuto partecipare, ndr) si è riportato in auge il tema delle indagini in corso al Palazzo di Giustizia di Milano che riguardano Rozzano, quelle che hanno preso le mosse dagli incendi dello scorso anno, per i quali un gentile commentatore ha segnalato l'articolo che ci porta news fresche sulle condanne del mandante e dell'autore degli stessi. Occulti i "veri" mandanti, che si dice abbiano sede nel Palazzo...

Il secondo è che è stata fissata la data per le elezioni regionali: sappiamo stasera che, a dispetto della necessaria velocità per riportare Lazio e Lombardia in una situazione di rinnovo governativo ed assembleare, sono state fissate al 31 marzo 2013. Alla faccia dell'urgenza! Forse dovevano far avere il vitalizio a qualcuno o assumere qualche altra decina di dirigenti a sfroso...
Ma cosa succederà a Rozzano?
Voci di corridoio danno il Sindaco D'Avolio come non partecipante a questa tornata elettorale (invece atteso nel passato), e uno scenario in forte evoluzione. Si narra di un incarico di partito di un certo prestigio (la corrente penatiana è ancora forte nel PD), ma comunque qualcosa al di fuori del consesso regionale.
Rozzano, con i suoi 40mila e più abitanti, è una platea che può consentire l'elezione di un consigliere regionale, e se il sindaco non corre... chi prenderà i voti?
 RF

2 commenti:

  1. C'entra poco con l'argomento ma ho una domanda da fare: come mai i seggi delle primarie, oltre che nei circoli di partito, si trovano anche in luoghi che con il partito non c'entrano nulla? Nei centri anziani, nelle sedi di associazioni non governative ecc...?
    Sarebbe interessante capire, in caso di primarie leghiste o legate al centro destra se questi luoghi di proprietà comunale sarebbero ugualmente concessi in sub-locazione.

    RispondiElimina
  2. beh ora è uffiale che si candida , sul vivirozzano
    tre domande:
    ma sindaco e consigliere sono incompatibili?
    deve dimettersi prima del voto ?
    e se non viene eletto resta senza incarico?

    andrea

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.