martedì 25 settembre 2012

Dopo tre mesi.... ecco il Consiglio Comunale

Finalmente, dopo le vacanze ed un periodo di latenza ulteriore per gravi eventi luttuosi, riapre il consiglio comunale di Rozzano.
La maggioranza, sempre risicata (16 consiglieri), apre con il numero legale alle 20.10.
L'ordine del giorno prevede vari punti all'ordine del giorno relativi al bilancio, in particolare sul bilancio di previsione 2012 e relative variazioni di competenza.
L'apertura con segnalazioni dei consiglieri, tra cui segnaliamo le seguenti.

Barbera segnala il blocco dei lavori per la linea tramviaria 15 da mesi e ne chiede giustificazione all’assessore Giuliano.
Valli chiede giustificazione per Aler che chiede solleciti per affitti pagati con solo una settimana di ritardo. Segnala anche la mancata dichiarazione dei redditi della maggioranza dei consiglieri.

Moro reclama che l’esumazione delle salme sia diventata troppo cara: oltre 1500 euro.  Inoltre segnala problemi legati alla burocrazia che non ha un ufficio unico per tutte le pratiche cimiteriali.
Scambio di battute tra Moro e Valli ("Valli sceriffo") in merito alla presentazione della dichiarazioni, che Moro non presenta per questioni con lo Stato.
Gabriele indica incuria e degrado in città da mesi, con cartelli stradali e sacchi di sabbia abbandonati in ogni luogo. Indifferenza e superficialità, oltre che scarso rispetto della cosa pubblica.
Gabriele  nota che in data 17 settembre la Giunta ha presentato la deliberazione sul PGT. Ma c’è una pregiudiziale accolta dalla Regione. La Giunta pubblica una delibera da cui discende un giudizio. Che venga comunicato al Consiglio le motivazioni che l’hanno sostenuto il PGT e che non hanno tenuto conto della pregiudiziale.
Capriglione dice che su Facebook il Comitato Occhi Aperti ha rilevato che c'è stata una compravendita di terreni entro il Parco delle Rogge che si sono super rivalutati in pochi minuti... La politica come centro di potere che non si spiega mai?
Schiamazzi da fuochi di artificio intorno all'Humanitas portati in consiglio da Ferretti, per segnalazione ai capigruppo.
Perazzolo indica la problematica segnalata dai cittadini di zone oscure in città non sufficientemente illuminate. Chiede poi che si torni in consiglio comunale con il PGT per autotutela con Regione e Consiglio.
Mastropaolo ri-chiede per la trasparenza le riprese video in consiglio.
Il presidente D'Errico segnala che Barbera ha il nuovo ruolo di capogruppo del gruppo misto (Barbera, Moro, Caraccini, Valli).
A seguito di esposti del PdL (7 maggio 2012), la prefettura ha mandato una lettera che legge. Il Prefetto (vice prefetto Cirelli) risponde rilevando che non vi sono prerogative del Prefetto per chiedere la convocazione dell'assemblea dei capigruppo, e che Egli può intervenire solo se la presidenza non convoca il consiglio (cita il Tuel), ed altro che non si è capito per la "lettura veloce e confusa"....
RF

9 commenti:

  1. Bentornato a Marco...cominciavo a essere in astinenza nel non leggere più niente sul blog!

    Subito una domanda...ma la presentazione delle dichiarazioni dei redditi da parte dei consiglieri è una scelta facoltativa o un obbligo normativo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un obbligo. La normativa, di cui parlai in vari post a proposito dei dirigenti e funzionari pubblici, si applica anche al personale politico. Moro sostenendo che ha questioni personali per non render noto il suo Unico, e' quindi chiaramente in omissione.

      Elimina
    2. Aha aha...non sapevo che Moro godesse di una normativa ad hoc! Anche io quando dovrò compilare la dichiarazione dei redditi dirò "ho questioni personali con la mia fidanzata e quindi non la presento allo stato italiano!".
      Essere consiglieri comporta una serie di oneri...o si accettano in blocco oppure non l'ha certo obbligato nessuno a proporsi, no? Se non la vuole consegnare che si dimetta...
      Tra l'altro dovrebbe essere pubblicata sul sito del Comune la dichiarazione,, e non solo pubblicato l'elenco di chi l'ha consegnata e chi no, o sbaglio?

      Elimina
    3. http://www.comune.rozzano.mi.it/index.php/trasparenza-valutazione-merito/227-operazione-trasparenza-/1310-dichiarazione-dei-redditi-amministratori.html

      A quanto pare non è l'unico ad avere motivi personali, che saranno sicuramente validissimi.
      Basta cambiare il regolamento così nessuno si crea problemi, visto che tanto c'è l'obbligo di renderli pubblii ma se poi non lo si fa non succde nulla.
      Una "presa per il sedere", per dirla in altre parole.

      Elimina
  2. Ok, per le info. Ma in pratica, che ne è saltato fuori del blocco lavori al prolungamento tranviario?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si sono avute informazioni. Cmq il termine dei lavori resta fissato per fine anno. Appena avremo qualche dettaglio lo riporteremo.

      Elimina
    2. Con tutto rispetto per quanto mi ha appena riferito, ma mi sembra una bufala colossale, già a luglio parlai con l'assessore Giuliano (per proporgli progetti di miglioramento verso il trasporto pubblico locale), e mi disse che la fine dei lavori fosse già al tempo prolungata in tardi primavera.
      Ora per sconosciute cause, i lavori sono fermi da 2 mesi, gli operai della ditta in appalto hanno pure disdetto la casa in affitto a Rozzano. Come materialmente è possibile finire i lavori anche solo entro la fine del 2013? Mancano tutte le infrastrutture tranviarie, i binari, i cavi della tensione, le fermate, i lavori d'arredo urbano, e soprattutto il pre-esercizio!

      Elimina
    3. Non ho inteso che sia la data di fine lavori. Riferivo del fatto che sui documenti nulla è cambiato, ma è evidente che tale data non sarà rispettata....

      Elimina
  3. Avevo inteso male.
    Si vedono in questi giorni degli individui all'interno del cantiere, chissà se ricominceranno in fretta i lavori...

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.