mercoledì 4 luglio 2012

Un nuovo Comandante dei Vigili a Rozzano, ed i Sindacati non ci stanno!

E' stato nominato dal Sindaco D'Avolio il nuovo comandante dei Vigili di Rozzano, Antonino Borzumati, ex capo della Polizia Municipale di Cinisello Balsamo (ecco il comunicato del Comune).
Il Sindaco insiste su due temi principalmente:
1 - aumento del controllo del territorio, in cooperazione con la tenenza dei Carabienieri
2 - il rispetto delle regole stabilite dal codice della strada e contrastare le attività illegali.
Sul primo punto, mi vien da dire che non è con un comandante che si controlla meglio il territorio, ma con un adeguato numero di vigili ed una buona organizzazione (e qui Borzumati potrà dare un contributo), supportata da adeguati investimenti.
Mentre sul secondo la domanda sorge spontanea: il codice della strada è cambiato? La Polizia Municipale non si era attivata ancora in merito?

Sembra quasi che si voglia disconoscere il lavoro del vicario, La Vecchia, agente di lungo corso a Rozzano, che non avrebbe potuto ambire a tale "riconoscimento" per la mancanza del "titolo". Il Borzumati, infatti, arriva qualificato da una laurea in Scienze Politiche, ed un notevole curriculum che lascia ben sperare per ciò che concerne l'autonomia e l'indipendenza rispetto a certe pratiche inveterate di "suggerire" le modalità di comportamento nei riguardi del dare o non dare sanzioni per illeciti che possono porre in contrasto l'Amministrazione con alcuni cittadini (e lasciamo a tutti i commenti in merito....).
Reduce da un recentissimo seminario su "Sicurezza Urbana e Polizia Locale" a Castel dell'Ovo, Napoli, lo scorso 29 giugno, dove ha discettato di "Novità in tema di privacy nella videosorveglianza nella rilevazione elettronica delle violazioni stradali" in qualità di Vice Presidente A.N.C.U.P.M (Associazione Nazionale Comandanti e Ufficiali dei Corpi di Polizia Municipale), dovrebbe portare a Rozzano un pò di quella saggezza e morale necessaria per gestire una città altrettanto difficile come Cinisello Balsamo, 76.000 abitanti (ecco una sua apertura al convegno di Milano - 4 giugno 2009 - ''Sicurezza, Stalking, Contrasto ala vilenza sessuale: la Legge N. 38/2009'' - Presso l'Istituto Piero Pirelli ", video). 
Unico dubbio: già nel 2010 Borzumati tentò di emigrare da Cinisello in quel di Bergamo, partecipando al concorso là tenuto per la carica di Comandante della Polizia Municipale, ma non andò a buon fine. L'operazione gli avrebbe comportato un "innalzamento di grado": da una cittadina della cinta milanese ad un Capoluogo di Provincia.
Adesso, invece, si ha un "declassamento", da una città di 76mila abitanti, ad una di 41mila (con potenzialità a 55mila!).
 Motivi personali? Altro?
Nel frattempo, i sindacati alzano la voce:
- c'era bisogno di un altro Dirigente (circa 100mila euro anno tutto incluso)? Ecco la retribuzione del dirigente a Cinisello per il 2010.
- La sicurezza si affronta con il "colletto bianco" o con operatori nelle strade ed investimenti in mezzi?
Approfittiamo per un benvenuto al nuovo comandante Borzumati, ma siamo abbastanza certi che la querelle con l'Amministrazione non si cheterà così facilmente, soprattutto a ridosso dell'attivazione del "terzo turno" monco e dei tagli du budget che verranno certificati dal bilancio previsionale che attendiamo di discutere in consiglio comunale....
Marco Masini

6 commenti:

  1. ciao masini sono un cittadino di rozzano visto che e arrivato il nuovo comandante dei vigili e dovrebbe fare rispettare le regole e contrastare le attivita illegali allora io mi chiedo ma farà rispettare anche l'abusivismo al mercato del sabato che è una vergogna vedere tutti quelli extracomunitari che li trovi in tutti gli angoli del mercato addirittura ci sono due anche avanti al comune! tu cosa ne pensi? è una vergogna per l'aministrazione e per il sindaco speriamo che il nuovo comandante non abbia le mani legate come l'ex comandante! cordiali saluti

    RispondiElimina
  2. Anche La Vecchia è qualificato da una laurea in Scienze Politiche.
    I contribuenti Rozzanesi avrebbero potuto risparmiare parecchie migliaia di euro in quanto La vecchia era già in "organico" mentre il neo Comandante si aggiunge ai costi del personale del Comune ( centomila +-), alla faccia del principio di economicità della pubblica amministrazione sancita dalla Costituzione Italiana.... ma qui siamo a Rozzano.... le regole? un'eventualità!

    RispondiElimina
  3. Caro Masini, visto l'appunto del primo commento, ne approfitto per ricordare che c'era già un post nel quale si parlava di abusivismo. C'era anche una spiegazione che si sarebbe potuta trovare andando a vedere cosa è successo da un anno a questa parte a chi lavorava proprio su quel problema. Fino ad allora qualcuno se ne occupava efficacemente ed il problema era ridotto al minimo. Poi improvvisamente è successo qualcosa che ha a che vedere anche con il simpaticissimo venditore di merce contraffatta in pianta stabile davanti al PAM.
    E allora non si è più capito bene se interessava contrastare l'abusivismo o se alcuni abusivi sono diversi dagli altri. Diciamo così .... un po' meno abusivi.

    RispondiElimina
  4. caro masini visto che si parla di far rispettare le regole? non c'era bisogno di cambiare comandante! bastava quello che gia operava sul territorio di rozzano. poi si parla tanto di risparmi di gestione dei comuni. intanto chi paga e sempre il cittadino e una vergogna! io questi sprechi li farei pagare al sindaco e tutti i suoi assessori! comunque voglio vedere con il nuovo comandante cosa cambierà visto che il vecchio comandante aveva le mani legate che non poteva sequestrare la merce contraffatta perche aveva l'ordine dall'alto di non toccare nessun abusivo!! allora io mi chiedo cosa cambiera?? aspetto rirposta!!!!! saluti da mario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E cosa vuole che Le risponda, caro Mario. Tempo fa io feci una proposta (ovviamente caduta nel vuoto) per normare e normalizzare gli abusivi in modo costruttivo.
      Li denunciai QUI, e feci proposte
      QUI
      Saranno spunti per il prossimo Sindaco....

      Elimina
  5. Intanto tanti auguri al comandante, che ne avrà veramente bisogno. Speriamo che le regole da fare rispettare non siano quelle "À la carte" imposte dal Sovrano. Dura fare il comandante della polizia municipale avendo i forconi del palazzo alle spalle. Alla fine se il comandante che c'era prima (laureato anche lui in scienze politiche) ha dato le dimissioni dopo soli sei mesi dalla nomina, ci sarà pure un motivo. L'importante è concentrarsi solo sulle multe degli automobilisti, cosette come i divieti di sosta, semafori, velocità e qualche pisciatina di cane. Tanto l'automobilista ha (giustamente) sempre torto. L'importante è non avere una polizia che si occupi di commercio (ah! tanti saluti agli aitanti commercianti neri, in nero, in pianta stabile davanti al PAM e non solo il sabato), edilizia e ambiente. Magari poi va a sbattere il naso dove non dovrebbe, costruzioni non proprio fatte secondo la regola dell'arte e si scopre che qualche matacchione realizza area "verdi" con cumuli di spazzatura. A danno del comune (sarà masochista?) e con guadagno del matacchione. Che problema c'è? Si licenzia o si tenta di farlo, chi si impiccia in affari che non gli riguardano. Sono cose che sanno anche i sassi. Basta fare domande per strada.
    Queste cose bisognerebbe chiederle però ai diretti interessati perchè le notizie di seconda mano perdono sempre qualcosa nel passa parola.

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.