sabato 23 giugno 2012

Sosta e multe: a Milano, grazie all’ex Sindaco Moratti, i ricorsi si vincono.


Sono sempre più numerosi i ricorsi avverso le multe e le cartelle esattoriali emesse da Equitalia per conto del Comune di Milano che, impugnate, portano alla vittoria dei ricorrenti.
La ragione della vittoria dei ricorsi risiede nel Codice della strada che prevede, obbligatoriamente, la presenza di una quota di parcheggi liberi oltre alla sosta a pagamento.
La Giunta Moratti, attivando “Ecopass”, in larga parte della città, invece, realizzò esclusivamente parcheggi a pagamento.
In queste condizioni la sosta non autorizzata non rappresenta una colpa del cittadino e le opposizioni alle multe e alle cartelle di Equitalia, ottengono, quasi sempre, soddisfazione. “L’Assessore al traffico, Maran, modifichi immediatamente le storture realizzate in maniera improvvisata dalla precedente Giunta Moratti ed assicuri, con la sosta a pagamento, anche la sosta libera nell’AreaC e nei pressi del centro cittadino”, afferma il presidente di Amici della Terra Lombardia, Stefano Apuzzo.
 I ricorsi, curati con successo dall’Avvocato Rosanna Bracchi dello Studio Tonelli di Milano, dimostrano che, attualmente, l’Amministrazione comunale, a causa della precedente Giunta, si trova in difetto.

“Ad un anno dall’insediamento della nuova Giunta Pisapia, è lecito attendersi dall’Assessore Maran qualche segnale di attivismo sul versante mobilità: ad esempio a Milano vi sono molte colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici, con annesso parcheggio non sempre riservato, che non funzionano e non sono gestite con razionalità, mentre in Area C è impossibile trovare parcheggi liberi”, conclude Apuzzo, che annuncia, “se a settembre non cambierà la normativa comunale, l’Associazione attiverà un numero dedicato (02.27201315) per raccogliere le adesioni per una ipotetica Class action”.
Redazione RF

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.