martedì 26 giugno 2012

Consiglio Comunale, prima serata. Tetre ombre di "teocrazia cementizia"

La prima serata del consiglio comunale si è svolta con un incontestabile problema di democrazia, in pima battuta, e di persistente (e denunciata) mancanza di informazioni.
Fatti salienti:
- Moro e Caraccini sono ufficialmente "fiancheggiatori" della maggioranza dall'opposizione
- nessuno conosce le osservazioni e le relative controdeduzioni, ma votano che si sono discusse
- la conduzione del consiglio è stata pessima: ore passate invano a chiedere di poter parlare e un Presidente a tappetino della maggioranza a s-garanzia del Consiglio
Ecco la cronaca.


Consiglio Comunale di Rozzano. Inizia con le comunicazioni al consiglio.
Valli segnala che meno del 60% dei consiglieri ha presentato la dichiarazione dei redditi.
Gagliardi, continua una battaglia: sulla necessità di avere uno scanner per AMA per evitare di fare fotocopie e tagliare foreste...
Battuta infelice di D'Avolio denunciata da Ferretti.... opposizione di sterco??? (D’Avolio sostiene, fuori onda, che ha raccolto voci…).
Masini segnala la pubblicità di CMB per un grattacielo a Valleambrosia di 17 piani fuori terra che NON è stato autorizzato dall’Amministrazione. Cui prodest?
Capriglione: segnala che il consiglio si è aperto grazie a Moro e Caraccini, notoriamente di opposizione....


Il consiglio inizia il dibattito con la comunicazione (non viene aperto né il dibattito né viene concessa parola) per un prelievo dal fondo di riserva… Mha!

Il punto successivo, sui verbali delle assemblee precedenti, porta Masini a sottolineare che manca ancora anche se richiesto da più di due anni, la diretta web. Si tratta di un difetto di democrazia (oltre che di una delle tante anomalie di questa maggioranza).
Valli: dice che non c'è il verbale della commissione risorse, per cui le delibere relative non si possono discutere (domani ci sarà l’IMU!).

Il punto successivo è l’elezione del collegio dei Revisori.
Qui Moro e Caraccini risultano ancora (se ce ne fosse stato bisogno, vista l’apertura del Consiglio) che sono realmente dei "fiancheggiatori". Votano con la maggioranza contro la pregiudiziale di sul dispositivo della delibera, indicando che se prima del 9 settembre passa una nuova legge, i revisori esistenti potrebbero far ricorso.
Gabriele alla delibera su elezione revisori per mancanza di comunicazione e confronto.
Gabriele commenta inoltre sull'illegittimità delle nomine e sul fatto che i controllati sono i designatori dei controllori. Chiede l’intervento del Segretario….
L’intervento del Segretario a chiarire non chiarisce...
Masini: non ci sono garanzie per il consiglio perchè non vi è stata alcuna discussione.
Capriglione, in aperta polemica con la conduzione della serata da parte del Presidente del Consiglio, si allontana e abbandona l’aula.... D'Errico non lascia parlare nessuno. Mastropaolo chiede la commissione..
Grande baruffa sulla votazione dei revisori: è arrivato un elenco senza curriculum. Nessuno conosce i candidati (comunicati ai consiglieri di maggioranza con un pizzino in aula)... e votano!
Moro dice d’essere in consiglio da 4 legislature: si è preso il ruolo di "arrampicatore sui vetri". Giustifica la scelta dell'amministrazione e supporta il Presidente nella sua qualità di ….”presidente in pectore”!
Valli sostiene che in conferenza capigruppo nessuno ha avuto l'accortezza di comunicare che c'erano delle candidature. Si vota: grazie a Rozzano per Tutti!

Comincia la discussione sul PGT. Pregiudiziali da Perazzolo, Gabriele, Masini
Masini: manca il piano urbano del traffico, manca la coerenza geologica per accogliere il geotermico, l’assessore dela provincia Altitonante è, per le sue osservazioni, in conflitto di interesse.
Perazzolo: chiede la votazione per singoli punti, e di modificare l'affermazione sulle commissioni, dove, al contrario di ciò che è scritto, non si sono discusse le osservazioni.
Gabriele, su Altitonante e su altro.
Interviene Busnari: da buona consigliera di maggioranza chiede una verifica di correttezza degli atti, e le rassicurazioni (“va tutto bene, sennò non l’avremmo proposta”) la confortano! Sich!
Gran confusione. Il Presidente del consiglio non consente la discussione delle pregiudiziali. Momenti di vero cameratismo..., si procede con votazione fascista. D'Errico, presidente a tappetino, fa carta straccia del Regolamento del Consiglio Comunale, che prescrive la discussione di ogni pregiudiziale, e fa votare senza dibattito.
Finita questa fase La Guardia propone un frazionamento del voto, per agevolare la discussione! Ma non si è discusso di nulla.... a che serve raggrupparle?
Alla fine le proposte di discussione: 4 gruppi (La Guardia) di osservazioni non discusse, 179 osservazioni (Gabriele) per una verifica puntuale e di legge, 72 osservazioni (Masini), almeno si sa chi le ha fatte e da dove provengono.
Passa la propostona La Guardia: visto che non conosciamo e non abbiamo letto le osservazioni e le controdeduzioni, votiamole in blocco, così non dobbiamo porci il problema….
Dopo una breve pausa "panino" ricomincia il consiglio comunale. Si parte dagli emendamenti.
Barbera, emendamento sul piano cimiteriale. Si discuterà.
Valli sulle sale gioco. Si discuterà.
I 18 emendamenti di Masini... respinti in blocco!!!
Durante la discussione il consigliere Busnari respinge il piano cimiteriale (dove andranno a morire i rozzanesi non sarà dato sapersi per il PD) e accoglie le sale gioco. Un segnale a Valli alla ricerca di sostegno?
Mastropaolo e Gagliardi parere favorevole ai due emendamenti.
Capriglione, perchè aspettare le proposte della minoranza? Temi troppo importanti... La maggiorazna mostra i propri limiti.
Masini sulle sale gioco: le si son fatte proliferare e non sono state normate nel PGT. Accogliamo l'emendamento.
Votazione degli emendamenti. Cimiteri: non si deve morire, emendamento respinto.
Votazione Sale da Gioco: emendamento accolto.
Si ha poi una pregiudiziale di Masini sulla presenza in delibera di una frase mendace sulla discussione delle controdeduzioni. Si aprono gli interventi.
La Maggioranza decide (vota) che hanno discusso le controdeduzioni. Nessuno le ha lette, ma le hanno sentite discusse in commissione (senza traccia, il verbale non ne da verifica!).
Perazzolo, parla delle sue osservazioni !?!?!? Non ha capito molto...
Gagliardi: legge la lunga lista dei PII degli ultimi due anni, e segnala che la densità per mq sale e ci porta all'ottavo posto in Lombardia. Segnala inoltre che nessuna osservazione sul risparmio del suolo è stata accolta. I boschi (v. Alberelle) verranno tagliati.
Gabriele chiede la verifica del numero legale... Moro e Caraccini si ridichiarano (ce ne fosse stato ancora bisogno) di maggioranza!
Gabriele in una invettiva contro l'atteggiamento della maggioranza e Presidente. Richiama Maiorino, consigliere del PD che a Milano chiedeva la discussione delle controdeduzioni… tutte.
Masini: varie sulla mancanza di democrazia e sulla mancata discussione

Il Consiglio si chiude alle 24.15….


2 commenti:

  1. Emilio Mastropaolol consigliere comunale Italia dei Valori26 giugno 2012 10:53

    Manca un piccolo particolare; visto il comportamento del Presidente del Consiglio, domani mattina ho promesso che protocollerò una mozione di sfiducia nei sui confronti da votarsi nel prossimo consiglio comunale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...Consigliere, ha il mio voto favorevole!

      Elimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.