venerdì 22 giugno 2012

Commissione Risorse: Gabriele (SEL), zittito da Moro (RxT), abbandona la riunione.

Se una rondine non fa primavera, due rondini cominciano a lasciar intravedere un cambiamento.
Durante la Commissione Risorse di mercoledì 20 giugno, diretta e presieduta dal consigliere Moro (Rozzano per Tutti - RxT), si è consumato un atto politico che porta a distinguere le opposizioni dai "fiancheggiatori".
Utilizzando lo strumento del "la commissione è mia e decido io come deve essere diretta" (più che lecito, tant'è che anche io, in qualità di Presidente della commissione Territorio, ritengo debba essere considerato), Moro ha deciso di non far parlare il commissario Gabriele, togliendogli la parola, perchè non rispettava i "canoni" della discussione che riteneva adeguati per la riunione.
Ciò non di meno, la gestione della commissione diventa "segnale politico", un mezzo per qualificarsi come "affidabile" agli occhi della maggioranza.
Ancor di più questo segnale sarà da ricercare lunedì, all'apertura del Consiglio Comunale. Moro, dopo che l'attuale Presidente D'Errico annunciò che sarebbe stato spostato l'orario di inzio dele sedute dalle 18.00 alle 20.00 ebbe a dichiarare in aula che "grazie al fatto che è stata raccolta la mia istanza sull'orario, garantirò la nostra (sua e di Caraccini, n.d.r.) presenza in aula dalle 20.00 alle 24.00". Un segnale in aperto scontro con gli ex del PdL, dai quali sono stati "sospesi".
Ma il Consiglio è ora convocato alle 18.00.

La maggioranza ha i numeri super-risicati, e rischia di non poter aprire la seduta garantendo il numero legale. Cosa farà Moro?
Non entrerà perchè "non disponibile" sino alle 20.00?
Oppure sarà in aula, garantendo l'apertura e costituendo, di fatto, quella "stampella alla maggioranza stando all'opposizione" di cui alla sua articolata discettazione che abbiamo avuto la possibilità di pubblicare?
Politicamente la situazione è interessante (!). E intanto il PD tace (parla Massa... e non si capisce nulla), Rifondazione tace e non si convocano consigli comunali se non per le sole cose amministrative obbligatorie (ma non certo per discuterle).
Marco Masini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.