domenica 13 maggio 2012

Ambiente e salute a tavola. A Rozzano un incontro sui pericoli della “spesa inconsapevole”. Con rinfresco vegetariano di cucina palestinese.


Luisa Del Vecchio-Conal, Masini Marco-Ambiente Rozzano
durante la conferenza REALSAN.

Sicurezza Alimentare e Nutrizionale, questo il tema della serata organizzata da Ambiente Rozzano, Amici della Terra Lombardia sezione Rozzano, nell'ambito del progetto europeo REAL-SAN. La serata di venerdi scorso è stata inaugurata da un rinfresco vegetariano di cucina palestinese, curato dalla Comunità Palestinese della Lombardia.
L’incontro, svolto presso la sala conferenze della Cascina Grande di Rozzano, ha affrontato i rischi dell’alimentazione disattenta e della spesa inconsapevole, sulla sicurezza alimentare e sulle corrette scelte alimentari di ogni giorno.
La serata dedicata al Progetto, finanziato dall’Unione europea, Realizzare Sicurezza Alimentare, un progetto internazionale di cui il Comune di Milano è capofila e al quale ha aderito anche il Comune di Rozzano, ha avuto tra i principali attori del progetto anche il Fondo milanese per la cooperazione allo sviluppo. 

L'assessore Caterina Mallamaci
Alla conferenza hanno preso parte l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Caterina Mallamaci, il Presidente di Ambiente Rozzano, nonchè Consigliere comunale Marco Masini e il Presidente di Amici della Terra Lombardia, Assessore all’Ambiente di Rozzano, Stefano Apuzzo.
Relatrice, molto apprezzata, la responsabile di Conal, Luisa Dal Vecchio che ha ripercorso la storia dell’alimentazione fino ai nostri giorni e agli eccessi di consumo di grassi e zuccheri sulle nostre tavole. “Oggi, rispetto al passato, si manga molto di più e male”, ha concluso la Del Vecchio.
Stefano Apuzzo ha illustrato uno ad uno i prodotti estratti dal carrello della spesa spiegandone i pericoli, gli stratagemmi industriali e tecnologici dei produttori, gli inganni, le presenze sgradite, le contaminazioni e le sofisticazioni. “Come è possibile che delle sottilette di formaggio, secondo la stessa etichetta “possono contenere latte”? Oppure che sulle arance sia cosparso un prodotto simile all’Agente “Orange” con il quale gli americani defoliavano le foreste del Vietnam? E ancora che troppo spesso nell’olio di oliva non esistono olive? E’ giusto pagare 2 o 3 euro un litro di acqua e zucchero? Perché ci facciamo truffare allegramente ogni giorno quando facciamo la spesa?”.
Tutte domande che hanno trovato qualche risposta nella spesa consapevole e nella lettura attenta delle etichette e degli ingredienti.
Marco Masini ha illustrato gli obiettivi del Progetto RealSAN, della missione in Centr’America e il lavoro in corso per costruire reti di equità e di qualità nel campo agricolo ed alimentare. 
Molto interessanti le considerazioni dell'assessore Mallamaci legate all'esperienza "sul campo" fatta con i bambini e ragazzi delle scuole del territorio. Nonostante la volontà di introdurre alcune pratiche alimentari con benefici salutistici e alimentari dalle buone pratiche derivate dalla "piramide" mediterranea e dalle esperienze BIO, le difficoltà incontrate con un approccio classico (proposta a menù, senza coinvolgimeno diretto) si sono spesso infrante sul muro del gusto.
Dibattendo con Luisa Del Vecchio, Stefano Apuzzo e Marco Masini, i relatori hanno condiviso la necessità di un approccio ludico ed esperienzale: se i bimbi coltivano la propria verdura e frutta, giocano al riconosci il gusto e altre attività coinvolgenti, le probabilità di successo nell'introduzione di cibi sani aumentano notevolmente. Ma i problemi si riscontrano poi nell'ambito familiare, dove la mancanza di una cultura alimentare, costringe gli "educatori" a riformulare sempre ed insistentemente il progetto... 
Nel corso della serata sarà anche proiettato il filmato sul parco Agricolo Sud Milano, “I Parco delle Meraviglie”, realizzato dall’Associazione Gaia Onlus, con il contributo della Fondazione Cariplo, della Provincia di Milano, della Regione Lombardia e della BPM.
Redazione RF 

1 commento:

  1. peccato avrei partecipato volentieri...! Marco Macaluso

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.