lunedì 23 aprile 2012

Rizza: Lettera aperta... ma senza la colla di chiusura!

Trovo poco interessante la "quarta di copertina" dell'ultimo numero di ViviRozzano, dove l'ex assessore Salvatore Rizza ha inteso comunicare alla cittadinanza che Lui si è dimesso per un "profondo senso delle istituzioni evitando [...] un inutile coinvolgimento mediatico", ma dove per i fatti relativi alle dimissioni non comunica nulla.
Su tutta la questione c'è stato ben poco spazio per commentare.
Tutto ciò che è noto lo si è appreso prevalentemente dalle parole di Domenico Anselmo, di Franco Cuvello e dagli stralci dei verbali del GIP.
Dal testo, si evince che:

  •  - ha "dato risposta a chiunque pretendesse (!!!) evasione delle legittime istanze": e ci mancherebbe altro! Se son legittime la risposta è dovuta. Il fatto semmai problematico è che, se son legittime, perchè devono essere pretese? Ma non è questo che ci si aspetta da un Amministratore. Da un Amministratore ci si aspetta gestione e programmazione. Sulla gestione ho molti dubbi: sulla COSAP ho già detto e scritto, sulla gestione degli spazi per le pubbliche affissioni sto verificando, sui mercatini .... meglio chiudere pietosamente la questione....


  • - ha avuto "trasparenza e rispetto della Pubblica Amministrazione": da vice sindaco tale aspetto è semplicemente dovuto.
Allora la questione resta sul tavolo: perchè si è dimesso?
Si parlava delle problematiche relative alle "sale gioco e scommesse", che a tutt'oggi non sono ancora risolte. Si è dato spazio a chi ha ottenuto la "licenza" a seguito del nuovo regolamento, e a chi, impropriamente, si avvale di altro tipo di licenze per svolgere lo stesso "mestiere".
Ne ho parlato diffusamente in vari post, ed il Sindaco ha dichiarato che avrebbero fatto delle verifiche (inevitabili, stante l'evidente distonia con il Regolamento "Rizza").
Si parlava della gestione poco limpida dei mercatini domenicali, poi sanata (parzialmente) a seguito delle note vicende, con un approccio che sa molto di "gattoperdesco" (si è cambiato tutto per non cambiare nulla).
Si parla, lo faccio io, dell'approssimazione gestionale relativa alle varie voci di entrata (Cosap, Pubblicità) che avrebbero potuto costituire un volano per rilassare la tassazione locale.
Comunque il paginone non risponde alle domande fondamentali...
Ma l'ultima è: perchè un paginone su ViviRozzano?
Non siamo in campagna elettorale, ed una pagina di quel tipo costa - di listino - poco più di 1.000 euro: l'ha pagata o ne ha avuto gratuitamente la disponibilità dalla cooperativa per una sorta di contrappasso (l'assessore al commercio è, inevitabilmente, una sorta di "agente" per le pubblicità sul territorio)? Son sicuro di si, ma ci farebbe piacere conoscere la risposta ufficiale.
Marco Masini

2 commenti:

  1. ma rizza è rimasto consigliere ?
    se no, chi ha preso il suo posto ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rizza era assessore al commercio e vice sindaco.
      Non è ancora stato "sostituito", ma è intenzione del Sindaco ridare una rappresentanza in Giunta a un rappresentante della lista civica "La Sinistra", che ha un consigliere comunale (Guido Piconese).

      Elimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.