martedì 10 aprile 2012

Rozzano, sequestrata discarica abusiva via Curiel. L'11 aprile il Comune contro Suardi spa in Tribunale

Rozzano ricorre contro la Suardi spa, dopo che la Polizia provinciale di Milano ha sequestrato l’area adibita a cantiere di oltre diecimila metri quadrati per smaltimento abusivo di rifiuti speciali in via Curiel, nei pressi dello svincolo tangenziale del Fiordaliso.
Lì sono stati rinvenuti oltre 20 mila metri cubi di rifiuti speciali sia derivanti da attività di demolizione(tra i quali blocchi di cemento, tubi e cavi in plastica) sia da terre e rocce da scavo. La Polizia provinciale ha anche sequestrato un mezzo di triturazione non autorizzato a svolgere la frantumazione dei rifiuti.
Le dichiarazioni dei politici, a seguito di ciò non si sono fatte attendere. Per il presidente della Provincia, Guido Podestà, prosegue “con successo la politica di presidio e di contrasto del nuovo Nucleo di tutela ambientale e faunistica della nostra Polizia provinciale, incaricata di effettuare operazioni all’insegna della lotta all’illegalità in materia ambientale”.

Secondo l’assessore con delega alla Polizia provinciale, Stefano Bolognini, si tratta di “un nuovo brillante risultato del lavoro degli agenti che con dedizione, serietà e professionalità proseguono il monitoraggio ambientale del territorio”.
Ma l'azienda a cui è stata contestata l'infrazione ambientale, la Suardi spa, non ci sta, ed ha impugnato l'Ordinanza sindacale con cui si ordina la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti. L'ordinanza si muove con il supporto del parere favorevole di Arpa, ed il sindaco l'aveva emessa per la rimozione e smaltimento dei rifiuti.
Con la determina 43 del 21/03/12 "AUTORIZZAZIONE AL SINDACO A COSTITUIRSI AVANTI AL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE AVVERSO RICORSO PRESENTATO DALLA SUARDI SpA NEI CONFRONTI DI REGIONE LOMBARDIA/ARPA LOMBARDIA E COMUNE DI ROZZANO. NOMINA LEGALE DELL'ENTE. I.E.", il Comune ha impegnato 17 mila euro in avvocati per mantenere in essere l'ordinanza ed avere finalmente ripulita l'area dello svincolo, ripristinando una situazione, francamente, inaccettabile.
Speriamo che siano soldi bene investiti....
Marco Masini

6 commenti:

  1. Si tratta della discarica sequestrata due anni fa e per la quale ci si costituisce ora, oppure è una nuova?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quella. La notizia è che dopodomani si va al TAR a cercare di far smuovere la situazione.

      Elimina
  2. Boh! Rimane da capire perchè Suardi SpA abbia impugnato l'ordinanza davanti al TAR, se per tattica dilatoria o perchè si ritiene estranea ai fatti. Nel frattempo, io, a casa mia, un'azienda che non rispetta le "mie" ordinanze non la farei lavorare neanche morto, anche se costruisce per conto di Fiordaliso!

    RispondiElimina
  3. Sarebbe un bel segnale se venisse riconosciuto il merito a chi indaga e scopre queste porcherie anche con tributi pubblici. In fondo fanno solo l'interesse della "collettività" e scusate se è poco. Si dovrebbe incoraggiare anche localmente l'attività di segnalazione dei privati e non ....... e delle proprie polizie locali comunali. C'è molto altro oltre al traffico ed ai semafori rossi

    RispondiElimina
  4. Leggendo il famoso "protocollo antimafia" del ns comune, c'è da aspettarsi che lo attuino anche per i controlli sui movimenti terra, macerie ecc....... pare che la mafia si occupi solo di quello e c'è da augurarsi che oltre alle trombette, gonfaloni, nani e ballerine per annunciare questo famoso protocollo, di cui per altro poco hanno pubblicizzato, si promuova concretamente il controllo del territorio. Sappiamo bene che le carte dicono una cosa ma la realtà è nei fatti.

    RispondiElimina
  5. Sembra sia stata concessa la sospensiva in attesa di giudizio al TAR. Giudizio atteso nel 2013.
    Dovremo tenerci la discarica in quello stato sino ad allora....

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.