martedì 24 aprile 2012

Provincia, Distretto Agricolo Milanese. Gandolfi: “Votiamo a favore del Protocollo d'Intesa per valorizzare l’ambito agricolo.”

Scorcio dei campi di un'azienda agricola a Trezzano
Con convinzione votiamo a favore del Protocollo d'Intesa per il Distretto Agricolo Milanese in quanto prezioso strumento per creare un sistema integrato in grado di valorizzare l’ambito agricolo.
È quanto dichiarato dal capogruppo di Italia dei Valori in Provincia di Milano Luca Gandolfi, durante il dibattito della proposta di delibera discussa e approvata oggi in Consiglio Provinciale.
Il lavoro svolto dal Distretto Agricolo Milanese si sta rivelando estremamente prezioso – continua Gandolfi – così come è emerso in modo chiaro anche in Commissione la settimana scorsa in cui è intervenuto il Presidente del DAM, Andrea Falappi. I dati parlano da soli: su 65 aziende agricole presenti sul territorio milanese, 31 fanno parte del DAM. Si sta facendo sistema in un settore che si trova ad affrontare difficoltà estreme, difficoltà che aumentano in un periodo di grave crisi economica.
Un settore, quell’ dell’agricoltura, che non può essere semplicemente “tutelato”, ma che merita di essere valorizzato. Proprio questo mira a fare il Protocollo d’Intesa sviluppato dal DAM: porre in essere una strategia che va a incidere su molti fronti per ridare vita all’ambito rurale e alle attività agricole che in esse si svolgono. Si parla di riqualificazioni paesaggistiche e ambientali, di miglioramento fondiario, di commercializzazione dei prodotti agricoli, del recupero delle strutture ammalorate presenti nelle aziende agricole, ma anche di attività sociali e didattiche legate al mondo rurale, oltre ad opere di manutenzione delle aree parco. 
Il nostro territorio – aggiunge Gandolfi – è ancora ricco di aree agricole che devono essere preservate dalle speculazioni edilizie e valorizzate come risorsa. Il Parco Agricolo Sud Milano ne è un esempio. Troppo spesso ci si dimentica dell’aggettivo “agricolo” che invece caratterizza le attività che in esso si svolgono. Per valorizzare l’agricoltura bisogna creare una agricoltura integrata con gli interessi della città. Nel tempo sono cambiati atteggiamenti del mondo urbano rispetto a quello agricolo, prima esigenta è di accedere a prodotti di uso domestico, ma anche fruibilità di queste areee e di forme di aggregazione.”
Conclude poi Gandolfi“Non dimentichiamo, infine, che nel 2015 avremo l’Expo a Milano sul tema “nutriamo il pianeta” che è strettamente legato al settore agricolo. Non possiamo ospitare un evento così importante a livello mondiale senza aver investito nello sviluppo di questo settore che caratterizza una grossa porzione del nostro territorio.”
Redazione RF

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.