lunedì 9 aprile 2012

La Brioche in scena al Fellini: "due dozzine di Rose scarlatte"

“Due dozzine di rose scarlatte” di Aldo De Benedetti: è un classico della commedia italiana il nuovo allestimento che la compagnia teatrale rozzanese La Brioche propone per sabato 14 aprile alle 21 al teatro “Fellini” di Rozzano.
Il testo che da decenni continua a tenere brillantemente il cartellone non solo in Italia – con le sue 27 traduzioni in lingue straniere – è impegnativo, ma di sicuro effetto ed è facile prevedere che servirà a confermare il legame di simpatia che il pubblico ha con la decana delle compagnie locali.
In scena gli interpreti Sara Narducci, Simone Morelli, Samanta Boglioni e Raffaele Di Bennardo, che ha curato anche la regia.
Aldo De Benedetti (nato il 13 agosto 1892 e morto il 19 gennaio 1970, a Roma) fu un prolifico commediografo italiano, capace di scrivere ben 118 copioni per file di successo tra il 1920 ed il 1982. "Rose scarlatte", del 1940, ebbe tra gli interpreti Vittorio De Sica e Giuseppe Amato. De Sica si cimentò, con questa commedia, come regista per la prima volta nella sua carriera.
La commedia venne recentemente proiettata al festival di Cannes nel Tributo a De Sica nel 2010.
La Brioche è il gruppo teatrale dell’oratorio S. Angelo di Rozzano, e prende nome dal primo sketch presentato nello spettacolo di esordio il 24 febbraio 1974 nel salone che fino a poco più di un anno prima era la chiesa provvisoria.
Ispirata alla tradizione degli oratori ambrosiani, è l'associazione decana delle associazioni del territorio, ed è stata guidata da Luigi Germani per ben 35 anni, tanto che gli è stata dedicata la sala dell'oratorio di Viale Romagna.
Marco Masini

1 commento:

  1. Ricevo e pubblico con piacere una precisazione sul richiamo storico.
    "Due dozzine di rose scarlatte" è, in realtà, del 1936, due anni prima che De Benedetti fosse ridotto al silenzio e all'ostracismo dalle leggi raziali; nel 1940 ci fu solo la prima delle riduzioni cinematografiche che l'opera ha avuto.
    (NDA: contributo di uno dei valenti attori)

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.