mercoledì 7 marzo 2012

Per un cantiere grande, Grandi problemi!

Il cantiere di via Grandi, quello relativo alla costruzione della nuova rotatoria dove si potrà - finalmente - avere anche il primo bike-parking per la mobilità dolce in multimodalità, ha provocato i primi disagi oltre a quelli viabilistici.
Nella sera tra il 5 ed il 6 marzo a causa di un cedimento del terreno (?) e della conseguente rottura di una tubazione della rete idrica (??), Ponte Sesto, Quitno Stampi e il Q.re Alboreto sono rimasti senz'acqua.
Ignota la reale problematica, perchè non si riesce a capire dalle parole del comunicato stampa, ma certo è che un paio di osservazioni si possono fare.
La prima, è relativa all'approssimazione con la quale sono normalmente note le tratte dei sottoservizi.
Le tubazioni dell'acqua, i cavi degli elettrodotti, etc. etc. posati molti anni fa, non dispongono, spesso, di un planimetrico che ne consenta la facile individuazione e la loro "salvaguardia". Problematiche analoghe si sono riscontrate durante le operazioni di posa delle tubazioni del teleriscaldamento, che, ad esempio a Quinto, dove ne ho parzialmente seguito il tracciato durante la posa, alcuni tratti dove si aspettavano di poter "tirar dritto" hanno dovuto invece realizzare curve e gomiti inattesi a causa delle sorprese che si palesavano all'avanzare della benna per lo scavo...
La seconda, è relativa, se fosse come sopra, all'impossibilità di rifarsi sull'azienda esecutrice dei lavori, e che dunque i costi associati all'intervento d'urgenza di Amiacque li ritroveremo come un impegno di spesa a bilancio comunale per il pagamento della fattura...
Speriamo che, a forza di scavare, ci sia qualcuno che aggiorna le mappe comunali per i servizi, perchè altrimenti è il classico cane che si morde la coda....
Marco Masini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.