giovedì 22 marzo 2012

9 marzo: una data maledetta! Doveva succedere tutto, ma invece non succede niente.

Deve esserci un problema di calendario: quello dei lavori pubblici è anomalo o stampato con inchiostro simpatico.
Ho notato, mentre scrivevo l'ultimo post sul ponte dello scavalco del Naviglio, la data il termine dei lavori, e mi ha ricordato qualcosa.
Anche come si rilevava dalla comunicazione relativa al ripristino della viabilità per Basiglio dopo il crollo della pavimentazione stradale di via Grandi (che bloccò l'erogazione di acqua a Quinto, Ponte e Alboreto), il 9 marzo dovevano terminare i problemi: il ponte sarebbe stato finito e gli abitanti di Basiglio avrebbero finito di attraversare il centro di Rozzano.
Ma invece no. L'inchiostro del calendario, quello speciale, usato per i lavori pubblici (LL.PP. per chi sa di burocratese) è del tipo a visione interferenziale: se non possiedi il filtro ottico adeguato, ciò che leggi come 9 può diventare un 22 (oggi) oppure un 31, o anche, se si è usato quella tinta anche per il mese, uno qualunque dei mesi dell'anno....

A parte scherzi, probabilmente l'ottimismo pervade gli uffici amministrativi, oppure chi lavora per il pubblico non si pone mai il problema del rispetto delle date per risparmiar quattrini, ma ragiona alla rovescia: più durano i cantieri più ho probabilità di guadagnare per varianti o perchè prendo gli uffici per sfiancamento progressivo (visto che poi pagano a "babbo morto"!).
Una "suggestiva" visione del cantiere
Comunque, i problemi più gravi sono quelli della viabilità lungo via Grandi. La deviazione "semi-permanente" del traffico lungo viale Romagna e via Toscana per poi re-immettersi in via Grandi sta generando traffico e smog, oltre a molti disagi per i cittadini di Rozzano e di Basiglio, soprattutto la sera, quando, "incarogniti" da una giornata di lavoro si trovano a dover effettuare gli ultimi chilometri in coda in prossimità della propria abitazione.
Senza contare che al mattino, lungo la direzione per Milano, proprio di fronte a Quattroruote, c'è anche un cantiere della A2A che riduce ad una la corsia per il passaggio.
Speriamo che la strada venga riaperta al più presto, ma non mi azzardo a fare previsioni...
Marco Masini  

1 commento:

  1. speriamo tutti ma per la rotonda di via brodolini non capisco la lungaggine
    comunque le code di auto son colpa di quelli che hanno voluto la villetta fuori milano...

    inoltre sottolineo l'inutile blocco auto del 25 a rozzano che poi gireranno tutti e tante vie sono escluse, mah !

    andrea

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.