sabato 18 febbraio 2012

La mancata trasparenza di AFOL Sud Milano

Siamo in un periodo difficile dal punto di vista del manifestare ai cittadini la capacità di controllo e la rettiitudine di chi amministra la cosa pubblica, ed inoltre in un periodo particolarmente difficile per l'economia ed il lavoro.
A questo proposito, sarebbe necessario che quelle istituzioni che lavorano su questo tema, particolarmente caro, ad esempio, a città come Rozzano, dove la crisi sta colpendo duro, diano forti segnali di trasparenza e di completa dedizione alla missione senza favoritismi.
Questo non può che avvenire, ad esempio, lasciando in bella evidenza tutti i documenti e le discussioni che riguardano le decisioni di coloro i quali se ne occupano.
Tra questi c'è AFOL Sud Milano, il ramo dell'agenzia provinciale per la formazione ed il lavoro a cui fa capo Rozzano, la quale, da quando, nel maggio 2011, si è insediato il nuovo CDA guidato da Francesco Argeri, ex sindaco di Pieve Emanuele, ogni segno di trasparenza è stato annullato: dal sito di AFOL Sud Milano sono spariti i verbali del CDA, le delibere dell'assemblea consortile ed ogni altro documento che possa rendere pubblici gli atti che lo riguardano e le informazioni di trasparenza.

Veniamo a sapere, ad esempio, dal sito del comune di San Donato Milanese (che è parte dell'Ente Consortile) che percepisce un emolumento di 2.200 euro in qualità di Presidente di AFOL, ma non dal sito di partecipazione. Prebenda alquanto misera, che non ci soddisfa per le potenzialità dell'Ente e per la suddetta trasparenza. A volte tagliare gli emolumenti non mi sembra una grande idea.
L'ultimo verbale del CDA è quello dell'insediamento del nuovo "organo di rappresentanza", dove si è preso atto della nomina, reiterato l'incarico di Direttore Generale al dott. Cafagna Michele (ex-funzionario del Comune di Roozzano) e altri ammennicoli.
Argeri balzò alle cronache "sovralocali" per la condanna di Paolo Berlusconi nel 2009 a risarcire il comune di Pieve con 4,5 milioni di euro per danni ambientali a causa della speculazione perpetrata nel Parco Sud con il Golf Club di Tolcinasco.
Dalle denunce per la tangentopoli del suo comune agli "inguattamenti" da presidente AFOL....
E' bene che questa situazione sia urgentemente sistemata, per la sua e la nostra tranquillità.
Le ultime note pubbliche da AFOL Sud Milano sono quelle relative ai dati 2010, pubblicate da Il Giorno.
Marco Masini


6 commenti:

  1. Egregio sig. Masini
    La invito ad informarsi meglio prima di scrivere castronerie.
    Il compenso per tutti i componenti del Cda di AFOL Sud Milano ammonta a 30 (trenta euro) a seduta, il Direttore e' dipendente di AFOL e non vi sono motivi per sostituirlo, le delibere (approvate) sono pubblicate, sono Presidente da quattro anni e non da maggio (a maggio il Cda e' stato ridotto da 7 a 5 componenti) a disposizione per ogni chiarimento. Saluti
    F Ageri

    RispondiElimina
  2. Argeri, la ringrazio per il Suo contributo.
    Dettaglio quanto già si evince dal post:
    - Nessuno ha chiesto la sostituzione di nessuno.
    - La fonte delle informazioni è citata (Comune di San Donato, non sito AFOL).
    - Le delibere approvate sono pubblicate: dove?
    Come ho citato, il momento è critico e ogni contributo è benvenuto. Non ho parlato d'altro che di trasparenza/disponibilità degli atti. Al link indicato (http://www.afolsudmilano.it/index.php?option=com_docman&Itemid=64). Nel dettaglio:
    - Documenti istituzionali: ultimo contributo pubblicato 17/12/2010;
    - Organi Istituzionali/Delibere assemblea consortile: ultimo contributo pubblicato 16/12/2010;
    - Organi Istituzionali/Verbali del consiglio di amministrazione 13/05/2011;
    Mi riferisco al link accessibile al "pubblico".
    Alla ricerca di informazioni sull'attività di AFOL Sud Milano, questo è lo stato dell'arte.
    Rendere disponibili le delibere approvate/pubblicate significa ciò, onomatopeicamente...
    Se ha la cortesia di farci avere il link dove trovare le delibere e i verbali del Cda da Maggio 2011 ad oggi gliene (i cittadini) saranno grati.
    Tra me e lei (...) ho sottolineato che anche i 2.200 euro di cui al documento disponibile sono pochi per il Presidente di un'Ente che - in questo momento storico se fa (e so che lo fa) bene il suo lavoro - ha la possibilità di svolgere un ruolo fondamentale.
    Cordialmente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra l'altro non è disponibile nemmeno il Bilancio.
      Inoltre, in merito ai 30 euro a seduta, il dato è ignoto a chiunque voglia provare ad informarsi sui canali disponibili on-line, che secondo l'Art. 1, comma 735 della L. 27 dicembre 2006, n. 296:
      “735. Gli incarichi di amministratore delle società di cui ai commi da 725 a 734 conferiti da soci pubblici e i relativi compensi sono pubblicati nell'albo e nel sito informatico dei soci pubblici a cura del responsabile individuato da ciascun ente. La pubblicità è soggetta ad aggiornamento semestrale. [...]”.
      Come detto sopra, i 2.200 euro a Lei accreditati provengono dal sito di uno dei soci pubblici, ma non da Afol.
      Nuovamente cordialità

      Elimina
    2. Come vede, sig Masini, il sottoscritto non si e' " inguattato" , non e' mia abitudine, il sito dell'Afol Ha carattere informativo principalmente per chi deve fruire dei servizi di orientamento, formazione e lavoro. Accolgo comunque la sua sete di informazione e faro' aggiornare il sto con le ultimisse delibere attualmente in fase di stesura, firma ecc. Nel frattempo, se interessato, puo' rivolgersi agli uffici dell'Agenzia a Rozzano, o al sottoscritto se ritiene e riceverà tutta l'assistenza.
      Infine, ribadisco, il compenso del Presidente e dei componenti il Cda e' di 30 euro a seduta, saluti

      Elimina
  3. Onore all'intenzione, ma non si tratta di un favore: è un dovere di Legge.
    Comunque devo rilevare (e ne siamo felici) la prontezza e l'assenza di "inguattamento" che deve contraddistinguere ogni pubblico amministratore.
    Ci fa molto piacere prenderne atto e saremo lieti se vorrà farci inviare aggiornamenti sull'Ente al nostro contatto (imanageme@googlemail.com): più si da evidenza ai Vostri temi più sarà facile superare questo momento...

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.