mercoledì 29 febbraio 2012

La "fisiologia" della politica e dei denari pubblici

Lezione di fisiologia (politica): un corpo (elettorale), per mantenersi vivo ed efficiente, deve avere dei meccanismi omeostatici capaci di mantenere tutti gli "alimenti" (i denari) in circolo, trasmettendo tutti i nutrienti agli organi (i servizi). Tra i "liquidi" circolanti ed i meccanismi (politici) di controllo del trasporto di questi "alimenti", capita ("umanamente!") che questi possano deviare in organi privilegiati legati a particolari meccanismi..... "E' fisiologico!!"
C'est a dire la politica è il mezzo di controllo del flusso di denaro pubblico e decide quando ("umanamente") è il caso di deviarne parte nelle tasche di qualcuno.
Questa è una delle perle che si rileva ascoltando le registrazioni dei politici locali di cui alle "intercettazioni" di Anselmo.
Questa è una delle cose che mi ha fatto trasecolare e fare una dichiarazione a caldo di immediato abbandono della maggioranza, perchè insopportabile dal punto di vista etico, pratico e ... biologico!

Le riflessioni serali mi hanno portato a "più miti" consigli, dando al Sindaco lo spazio di verifica delle condizioni per poter risolvere l'imbarazzo e determinare un "ambiente illibato" e scevro da ogni possibile ricaduta che possa derivare da siffatte ed altre dichiarazioni.
Nella sostanza, come dissi in altri post, la pulizia deve essere profonda, e - rientriamo nella metafora - mettere in essere una cura, una vero e proprio trattamento "chemio-terapico" capace di restituire, dopo una distruzione il più possibile mirata e selettiva di manifestazioni biologiche patologiche, un corpo (politico) sano e capace di marciare sulla distanza...
Verifica e annullamento:
- dei "batteri giunturali" incapaci di operare nei meccanismi omeostatici "normali";
- dei "virus consiliari" che possono diffondere il contagio.
Cura profonda degli organi di controllo (Aziende) e della loro capacità di eseguire le funzioni fisiologiche assegnate.
Eliminazione temporanea e fino al cambio definitivo di stagione di ogni evento (mercatino) che possa costituire elemento di ulteriore contagio e malattia per un corpo (elettorale) già provato dalle vicende in corso, per permettere un momento di riposo al degente (consiglio comunale) e fargli riprendere un aspetto dignitoso per potersi ripresentare alla città.
La "fisiologia politica" deve fare il tagliando!
Marco Masini

4 commenti:

  1. Giusto per capire...quali sono le tue richieste? Chi è che dovrebbe essere oggetto della pulizia che richiedi? L'assessore Piscelli? L'assessore Pasqui?Il prof (scusa la battuta)Sgambato? Procida? L'assessore alle municipalizzate?

    RispondiElimina
  2. @ federico, è una semplice richiesta di una fettina di torta anche per il povero Masini che ogni tanto ricorda la sua canzoncina dal titolo "perchè lo fai ? "

    RispondiElimina
  3. Battuta per battuta: al ANONIMO, se vuole posso offrire la briosche!!!
    Non avrei pubblicato il CUD, non farei il "rompiballe" da sempre e non cercherei di interloquire con tutti se cercassi "evidenza" o "accomodamenti" a Rozzano.... Per fortuna ho un mio lavoro che mi consente di vivere dignitosamente senza Rozzano tra i miei redditi!
    Le richieste sono di trasparenza ed onestà politica ed intellettuale.
    Per ciò che concerne le domande di Federico (ooops, lui ha un NOME):
    - Piscelli (di cui ho riportato il pensiero "fisiologico") è, per me un candidato a... lasciare la Giunta
    - Procida... sarà bene che si dimetta lui stesso
    ...il resto è scritto.

    RispondiElimina
  4. Onestamente riconosco a Marco il merito di essere praticamente l'unico della maggioranza a metterci spesso la faccia, quanto meno con questo blog.
    Il problema è che siamo di fronte a una giunta che ormai ha evidentemente paura di mostrarsi (vedi la mancanza di consigli comunali...è vero che siamo in inverno ma non mi sembrava il caso di andare in letargo)e che ha paura a condividere le proprie scelte con la cittadinanza aprendosi a critiche e a confronti che possono solo essree costruttive. E' una maggioranza che, in buona o cattiva fede, preferisce tacere sui lati oscuro o sulle provocazioni (giuste o sbagliate che siano, veritiere o meno) che vengono dall'esterno sperando che il silenzio serva a far dimenticare invece che spiegare a testa alta le proprie ragioni e motivazioni.
    Se deve essere fatta pulizia deve essere fatta subito, apertamente e PUBBLICAMENTE e soprattutto molto molto a fondo.

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.