domenica 19 febbraio 2012

Il 23 febbraio il comitato Occhi Aperti riflette sul PGT al Centro Civico

In attesa della Conferenza dell'Amministrazione, che verrà chiamata entro l'apertura del periodo ufficiale per la presentazione di osservazioni e contributi a seguito dell'adozione, il comitato Occhi Aperti ha organizzato per il prossimo 23 febbraio al centro Civico di Rozzano un incontro per parlare del PGT.
Nessun amministratore ha aderito ufficialmente all'iniziativa, ma - stante la scarsa disponibilità di momenti di discussione sul tema al di fuori delle sedi istituzionali - vi sarà la partecipazione del sottoscritto in forma privata, del consigliere Valli e probabilmente di altri.
Già SEL organizzò un primo momento di dibattito qualche tempo fa, ma, a causa di scarsa informazione si trasformò in un momento poco più costruttivo di una riunione di condominio con ampi svarioni da parte di Di Simine, presidente di Legambiente Lombardia.
A questa serata parteciperà, invece, Renato Aquilani (video di un suo contributo al convegno ""Consumo del suolo: tra ambiente e agricoltura") dell'associazione Parco Sud, Paolo Lozza di Legambiente ed Emilio Guastamacchia, ex assessore di Rozzano e oggi nella giunta di Corsico.

L’obiettivo di questo PGT fornito oggi alla città per il dibattito è duplice:

- da un lato limitare (quasi annullandolo) l’uso edificatorio del suolo, evitando di produrre nuove aree di urbanizzazione rispetto a quanto già previsto dagli strumenti pianificatori del passato, in un territorio che in alcune parti della citttà ha già raggiunto la non sostenibilità;
- dall’altro legare ogni attività edificatoria su suolo libero già comunque destinato all'edificazione ad una contestuale attività di costruzione di natura e di ambiente negli spazi aperti, assegnandola e vincolandola a Enti o rinaturalizzazioni potenzialmente "perenni".

Sicuramente ci sarà un qualche elemento di riflessione da raccogliere, ma spero che verrà contenuto il dibattito entro il solco di un sollecito sensato e attuabile; mi aspetto questo da un amministratore pubblico come Emilio, che conosce bene le problematiche di gestione di un territorio che aveva ereditato un PRG potenzialmente devastante e che ora deve predisporre (a costo sostanzialmente nullo) un indirizzo per il futuro con il nuovo PGT.
Marco Masini

5 commenti:

  1. ciao masini volevo sapere se e possibile partecipare al centro civico liberamente come cittadino un saluto stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente si...
      E' un'assemblea aperta al pubblico.
      Saluti

      Elimina
  2. E' sempre un piacere ricevere il "VERNACOLIERE-VIVIROZZANO" in casella. Anche questa volta una piccola perla regalata dal sig. ALBERTO SALVATORI che, esperto sul percorso del PGT e in relazione ai futuri incontri ufficiali declama, sotto la gigantografia dell'assessore Gaeta "OLTRE ALLE PASSATE RIUNIONI DI QUARTIERE ORGANIZZATE IN FASE DI REDAZIONE DI DOCUMENTO INFATTI SARANNO RIPROPOSTI INCONTRI IN OGNI FRAZIONE DELLA CITTA'"!.
    Mi sono forse perso qualcosa? O forse parlava di un PGT di un altro Comune visto che di incontri di quartiere passati (aperti al pubblico ovviamente)non se ne è vista l'ombra.
    Certo, se Celentano conoscesse il RIDIROZZANO probabilmente, oltre all'invettiva contro Avvenire e Famiglia Cristiana avrebbe chiesto la chiusura anche per questo simpatico giornale satirico.
    Ovviamente non ho nulla contro lo pseudo giornalismo di questo fantagiornale talmente schierato da risultare un efficace antidepressivo visto le potenti risate che genera nel lettore, ma mi manda letteralmente su tutte le furie sapere che questo giornale riceve palesemnte dei finanziamenti pubblici. Come è possibile che AMA ROZZANO, AREA e ARCO finanzino costantemente con circa 3500 euro al mese (euro più euro meno...questi sono i prezzi già scontati per comprare della pagine in cui esporre il loro marchio senza alcun motivo commerciale) questo fantagiornalino?
    Mi piacerebbe che prima o poi un tuo post intervenissere per criticare questi finanziamenti-sponsorizzazioni che mi piacerebbe considerare solo inutile ma che invece agli occhi di molti sono e rimangono solo sospetti.

    RispondiElimina
  3. Devo dire la verità che su questo mi sto muovendo, ma .... Con garbo istituzionale". La situazione che descrivi e' vera ed il problema esiste.
    Festeggiai felicemente i 25.000 contatti del blog solo qualche giorno fa, ma con circa 200/250 contatti giorno, sebbene sia il primo sito di Rozzano, non copri realmente la città.
    A Rozzano il digital divide e' una realtà...
    Per "fare informazione" serve ancora la carta.
    Per sollevare la questione sto pensando ad un progetto alternativo che, di conseguenza, possa sollevare il tema dei "finanziamenti pubblici". O per tutti o per nessuno. Gli unici periodici che mantengono una durata superiore all'anno o sono sovra comunali (L'Eco, Settegiorni, Si&No), o sono nazionali (Il Giorno Sud Milano) o "foraggiati" dal pubblico. L'impresa editoriale su base comunale non funziona. Ecco perché esiste un'informazione " monocorde".....

    RispondiElimina
  4. Marco...ma cosa significa scusa "GARBO ISTITUZIONALE"? Cosa c'entra il VIVIROZZANO con le istituzioni? Non sarà mica che la società cooperativa proprietaria vede soci dirigenti dell'AMA? Caspita...non basta essere eletti per amicizie politiche (essere membri della Margherita aiuta...poi l'assoluta mancanza di capacità, cultura o curriculum poco importa) e RUBARE immeritatamente uno stipendio PUBBLICO...ma poi si fonda anche un giornalino che loda senza scrupoli i vertici istituzionali rozzanesi e si utilizza la società pubblica che inspiegabilmente si dirige per avere un lauto guadagno extra (spero quanto meno fatturato e tassato...ma onestamente sono portato a dubitarne, attraverso pubblicità immotivate! Che vergogna...e abbiamo anche un assessorato alle municiaplizzate...ma sarà mica ex margherita e cara amica di questi IMMORALI dirigenti!! Di fronta a queste cose il garbo istituzionale dovrebbe veramente essere messo da parte.

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.