domenica 12 febbraio 2012

I redditi dei consiglieri e della Giunta: una questione pelosa...

Nelle discussioni occorse sul blog, è comparso (giustamente) il richiamo al fatto che sono apparentemente ignoti i redditi dei componenti del consiglio e della Giunta, cittadini "speciali", che si occupano dei denari e della "cosa pubblica", e quindi tenuti a manifestare possibili polarizzazioni derivanti da attività troppo direttamente coinvolte nella stessa.... (sich!!).
In realtà tali dichiarazioni sono a disposizione della cittadinanza come le dichiarazioni di qualsiasi cittadino già dal 1973. Da allora le dichiarazioni dei redditi sono pubbliche e consultabili su formato cartaceo presso gli uffici dell'agenzia delle entrate. Per una questione di maggiore possibilità di accesso, quelle dei consiglieri sono (dovrebbero essere...) disponibili anche presso la Segreteria della Presidenza del Consiglio.
Questo è uno dei temi che sollevo in merito alla trasparenza: l'introduzione che ho fatto serviva infatti a dire che non credo che la sola dichiarazione dei redditi sia sufficiente a garantire la "trasparenza" di chi opera nella Pubblica Amministrazione. Sarebbe importante integrare tali informazioni con le proprietà e i patrimoni. Questi sono importanti non solo per l'Agenzia delle Entrate per valutare la congruità tra i redditi e le proprietà stesse, ma anche per capire se queste si sono, ad esempio, accumulate nel periodo di governo della cosa pubblica, magari a "...propria insaputa!".
La "famigerata" casa Scajola con
vista sul Colosseo ricevuta ... a sua
insaputa!
Tra le proposte all'interno dell'ordine del giorno sulla Trasparenza che ho presentato (in attesa di protocollo, per verificare la volontà condivisa), vi è la pubblicazione di tutti questi dati on-line, come del resto possibile per molti altri enti pubblici, tra cui il Pio Albergo Trivulzio (ecco un esempio al link per la nostra consigliera comunale Maiolo... almeno su questo chapeau!), che permette così - se redatto in modo sufficientemente dettagliato - di aver conto di eventuali distrazioni rispetto alla tutela dell'interesse pubblico.
Il nostro Primo Cittadino ha sempre ottemperato al dovere esistente, così come molti consiglieri e membri della Giunta.... non tutti!
Marco Masini 

4 commenti:

  1. Mi scusi Sig.Masini ma seguendo le sue indicazioni e consultando la Web Page page del Comune, mi sembra che la conclusione del post con "non tutti" non sia molto precisa. Al 13.12.2011 solo 11 consiglieri-assessori hanno depositato la propria dichiarazione dei redditi 2010. Altri 30 sono ancora "ritardatari". Forse sarebbe più preciso dire che solo alcuni lo hanno fatto. Per l'anonimato ognuno può avere le proprie ragioni quando l'anonimato non sconfina nell'insulto, nella volgarità e nell'illazione gratuita.

    RispondiElimina
  2. Anche io ho guardato sul sito del Comune...ma risulta che anche la tua dichiarazione del 2010 non è stata presentata!

    RispondiElimina
  3. In realtà l'ho inviato più volte, ma gli uffici se lo sono forse rimpallato...
    Per spingere sulla legalità e trasparenza, come Monti (e senza supponenza e con molti meno soldi), pubblicherò sul blog i miei redditi e proprietà ...

    RispondiElimina
  4. Mi pare un ottimo atto di trasparenza! Bravo!

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.