sabato 18 febbraio 2012

D'Avolio, 18 feb. 2012: "un percorso che renda ancor più trasparente l’attività dell’amministrazione comunale"

Nel comunicato stampa del Comune di Rozzano a seguito dell'incontro tra il Sindaco Massimo D'Avolio ed il Prefetto Lombardi dei giorni scorsi, il nostro Primo Cittadino dice "Ribadisco la mia volontà di procedere con un percorso che renda ancor più trasparente l’attività dell’amministrazione comunale. Nella gestione della cosa pubblica non ci possono essere ombre, e la mia volontà è di procedere in questo senso."
Richiamando questo passaggio, in linea con il pensiero mio e di molti consiglieri comunali di Rozzano, sto procedendo coerentemente con Massimo D'Avolio nel richiamarmi alla fermezza a tale linea, per un nuovo e rinsaldato patto sociale con la cittadinanza.
Tale passaggio deve essere "certificato" dal Consiglio Comunale, che dovrà discutere urgentemente delle note vicende e, auspicabilmente, prendere atto dei cambiamenti e rinnovare la fiducia al Sindaco.
Ma la pulizia, come suggerito da Massimo D'Avolio, dovrà essere tale da eliminare non solo le "macchie", ma anche le "ombre"....
E' di stamane la pubblicazione di alcune di loro in merito alla gestione delle assegnazioni degli appartamenti del patrimonio Aler.
Considerazioni superficiali, estemporanee, senza la "certificazione" di un'indagine....ma "ombre"; nel solco di quanto indicato dal Sindaco, vale la pena di eliminarle per non turbare con retro-pensieri la gestione della res-publica?
L'adesione al protocollo antimafia è un passo importante, ma non c'è solo la Mafia con la "m" maiuscola, c'è anche la "mafietta" di quartiere, le connivenze ed i comportamenti disdicevoli per le "clientele" ed i favoritismi.
Ecco perchè, ribadisco, la richiesta che, al secondo punto all'ordine del giorno del prossimo consiglio comunale (non ancora chiamato dal Presidente), vi sia l'Ordine del Giorno sulla trasparenza proposto dal sottoscritto e la diretta video con annesso regolamento. 
Subito dopo la predisposizione di un Codice Etico, anche questo già nelle mani del Presidente come bozza del sottoscritto.
Marco Masini

1 commento:

  1. Lombardi....... ma non è lo stesso burocrate detto anche "Lombardo nel paese delle meraviglie", che subito dopo avere dette che la criminalità organizzata e le infiltrazioni mafiose a Milano non esistono, dopo due giorni è stato smentito clamorosamente dalla D.I.A. con dati e riscontri?
    Dunque mi pare legittimo avere una reazione di "sorrisino" nel sentire che il Prefetto ora cerca di mettersi gli occhiali pure se è cieco come una talpa. Come mettere uno con la gamba rotta ed ipovedente a cimentarsi nello slalom speciale.

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.