martedì 28 febbraio 2012

Da Il Giorno: "Sotto Scacco"



Dal testo dell'articolo:
"[...] il consigliere Marco Masini, capogruppo della lista Rozzano per D'Avolio, che in questi mesi ha preso le distanze in più occasioni dagli alleati anche se ha sempre riconosciuto l'onestà politica del sindaco Massimo D'Avolio, ha manifestato l'intenzione di abbandonare la maggioranza e passare all'opposizione. Una decisa presa di posizione al termine dello show-conferenza durante il quale sono state fatte ascoltare le registrazioni audio di alcuni personaggi politici dell'attuale maggioranza che affermavano fatti gravi sulla gestione della cosa pubblica che, se confermati, potrebbero realmente provocare un ulteriore terremoto politico. "Dopo quanto ho ascoltato non posso fare altro che lasciare questa maggioranza e passare all'opposizione" ha detto Marco Masini, che in serata ha però precisato "di voler prima avere un incontro chiarificatore con il sindaco e valutare se vi siano o meno i margini per un'ulteriore pulizia all'interno della maggioranza", dopo le recenti dimissioni del vice sindaco Salvatore Rizza e del consigliere Pd Francesco Cuvello.[...]"

MM


5 commenti:

  1. Caro Masini,
    per il bene di Rozzano bisogna prendere atto della situazione e staccare la spina.
    Lei non è uno sprovveduto e sa benissimo che sfogliando il carciofo dalle foglie avariate non rimarrà gran chè.

    RispondiElimina
  2. Chi ha commesso errori ha pagato con le dimissioni e pagherà, non con i "Tribunali del popolo", ma nel caso in cui si dovesse aprire una inchiesta.

    Per quanto riguarda, invece, la politica, chiedo supporto a chi conosce bene i movimenti di destra e neo fascisti:
    Frediano Manzi, dopo un periodo passato a bracccetto di Rifondazione Comunista, in un passato non lontanissimo, oggi è vicino, come molti mi dicono, a Forza Nuova?

    Si capirebbero tante cose, tra cui il legame con il consigliere neoiscritto al PDL, Anselmo e la comune strategia di attacco alla maggioranza di Centro-sinistra.
    Quale credibilità può avere un personaggio come Manzi che si è bruciato da solo il baracchino per passare da vittima?

    Maha? Strana gente in giro che si spaccia per verginella!

    Stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Stefano,
      mi sa che i "Tribunali del popolo" sono molto vicini al suo modo di essere poichè, stando a quel che lei scrive, la credibilità dei soggetti è misurabile dall'appartenenza politica.
      In ogni caso il mio invito a porre fine a questo "accanimento terapeutico" trae fondamento a prescindere dalle ultime vicende salite agli "onori" della cronaca. Mi riferisco alla gestione della cosa pubblica nel suo insieme con particolare riguardo alle aziende comunali.
      Quando in una città dove oltre 40mila abitanti pagano bollette e tariffe così salate si verifica che AMA, API ecc., si trovano con l'acqua alla gola io personalmente qualche domanda me la porrei.
      Squadra che perde a casa !!!

      Elimina
  3. Forse fai un po' di confusione. I Tribunali penali giudicano penalmente secondo le regole e le procedure del diritto processuale penale ..... punto e finisce lì purtroppo..... nel senso che si è arrivati al capolinea.
    I Tribunali del popolo invece giudicano "politicamente" come effettivamente dovrebbe essere. Sta di fatto che ora in base ad un distorto concetto di garantismo, chi non è penalmente condannato è innocente. Non è che sia proprio così. Quando dei fatti arrivano in Tribunale è perchè si è toccato il fondo ed il Tribunale del popolo-politico non è riuscito a produrre anticorpi contro l'illegalità e l'arbitrio. Poi si arriva al Tribunale penale ma può succedere che l'autore del fatto non venga condannato per i più diversi motivi. Una prova non valida perchè non si è rispettato scrupolosamente il rito processuale (termini, scadente, formalità ecc. ecc.) oppure che intervenga la prescrizione. Come nel caso di corruttore di avvocati che tacciono per nascondere la corruzione della GdF ed altre amenità.
    Il farabbutto non viene condannato non perchè è nnocente, ma per altri motivi. Cioè non si dice che non ha commesso il fatto, ma semplicemente che il teatrino con regole e controregole ha preso atto che il copione non è stato rispettato. Dunque anche il rapinatore ed il corruttore in quelle condizioni non sono condannabili. Però il bottino se lo sono presi lo stesso. Siamo sicuri che il Tribunale del popolo, altrimenti detto la politica, e l'opinione pubblica non debbano condannare per quanto gli compete?
    Io dico, e lo dicono anche i magistrati ed avvocati onesti, "lo devono". Che poi la testimonianza possa avvenire a mezzo di persona poco gradita o anche da criminali, che c'azzecca? Una violenza sessuale od una concussione possono essere denunciate anche da chi ha precedenti penali..... o vogliamo essere giustizialisti solo con chi ha sbagliato e si è macchiato la fedina penale? E comunque ognuno può riferire ciò che vuole alla polizia ed ai magistrati. Questi indagano, e se le notizie hanno riscontri si denuncia od arresta l'indagato, altrimenti si denuncia ed arresta il calunniatore. Vi ricordate il grande Igor Marini con TeleconSerbia? ha svelato tutte le porcate di Prodi con dossier falsi confezionati da spioni. Anche se è un pezzo di cacca lo hanno ascoltato e raccolto riscontri. Alla fine hanno condannato il Marini. Dunque non difendiamo a priori con la pancia se veramente vogliamo bene ai nostri eletti. Dovremmo invece sempre essere sul chivalà a fargli un mazzo tanto quando sbagliano.

    RispondiElimina
  4. Oltre 30 righe di testo per eludere il fallimento gestionale di questa amministrazione comunale.

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.