giovedì 23 febbraio 2012

Contro gli odi razziali e religiosi, contro la segregazione per la pace tra i popoli

Il prossimo Sabato 3 marzo alle ore 15 Cascina Grande, Via Togliatti, Rozzano si terrà un incontro per discutere, con immagini, video, musiche e assaggi di cibo palestinese, la situazione attuale nei Territori Occupati ed a sostegno della dignità del popolo palestinese e della libertà di vivere sulla propria terra. 
Oltre 60 anni fa nasceva lo Stato d’Israele sulla terra dei palestinesi. Era la Nakba, “la catastrofe”, da allora solo gli israeliani hanno un proprio Stato, mentre i palestinesi aspettano ancora di ottenere il 22% della Palestina storica. 
Oggi, in area palestinese occupata dall’esercito israeliano, anche due scuole costruite dagli italiani rischiano la demolizione.
Alla Tavola rotonda, ci saranno domande e interventi con Massimo D’Avolio, Sindaco di Rozzano, Ciro Piscelli, Assessore alle Politiche dei Migranti del Comune di Rozzano, Hani Gaber, Console dell’Autorità Nazionale Palestinese nel Nord Italia, Giuseppe Eriano, Direttivo del Centro culturale “Concetto Marchesi” Milano, medico, Kader Tamimi, Presidente Comunità Palestinese della Lombardia, Massimo Rossi, Presidente di Vento di Terra ONG, Barbara Agogliati, Assessore alla Cultura del Comune di Rozzano. Coordina Stefano Apuzzo, Assessore alla Cooperazione Internazionale, Comune di Rozzano e membro del Fondo Provinciale Milanese per la Cooperazione Internazionale, di ritorno dalla missione in Palestina.
per le ultime attività di Vento di Terra e del Comune di Rozzano in merito, si vedano i post:
Marco Masini

1 commento:

  1. Veramente qualcuno è convinto che si possa fare un'iniziativa contro gli odi razziali e religiosi dando a questa una impostazione unilaterale e senza possibilità di contraddittorio con esponenti di parte israeliana o ebraica?
    Quel che è peggio è che tutto ciò avviene sotto l'egida di una amministrazione comunale.
    Qualcuno dovrebbe ricordarsi che prima della costruzione del tanto deprecato muro di separazione fra Israele e territori i vostri eroi facevano saltare in aria autobus e locali pubblici con cadenza quasi giornaliera.
    Scusateci se esistiamo.

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.