sabato 11 febbraio 2012

Ancora più trasparenza! Rimuovendo imbarazzi e incompatibilità, piena fiducia al Sindaco, Massimo D’Avolio.


Alcune intercettazioni contenute nell’Ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti di mandante e esecutore degli incendi ai due negozi della scorsa estate (di cui, tra i primi, abbiamo dato nota su questo blog mettendo in evidenza alcuni punti oscuri), pongono figure della maggioranza e, addirittura della Giunta di Rozzano, in condizione di assoluto imbarazzo e inopportunità. Il Quotidiano Nazionale ("Il Giorno"), nelle pagine del Sud Milano, ne ha dato ampia visibilità quest'oggi.
Stando alle intercettazioni, divulgate da qualcuno, violando probabilmente la legge e il segreto istruttorio, il ViceSindaco Salvatore Rizza e il Consigliere Franco Cuvello si sarebbero adoperati per aderire alle richieste di uno degli arrestati di aprire una sala giochi in Via Oleandri. 
Il cedimento ad un ricatto, seppur per legittimo timore, porrebbe le figure istituzionali, qualora fosse accertata la veridicità dei fatti, in totale e assoluta incompatibilità a ricoprire quei ruoli. 
Il Sindaco di Rozzano, che giustamente non ha mai voluto incontrare gli equivoci personaggi, ne esce limpido e saprà, certamente, porre rimedio al danno di immagine per la città e alle incompatibilità che risulterebbero dall’inchiesta.

Oltre ad un necessario “giro di pulizia” nella maggioranza, è auspicabile che siano adottati alcuni provvedimenti per offrire la massima trasparenza, da temporichiesti dallo scrivente e, nella maggior parte dei casi, condivisi dal Sindaco e da quasi tutta l’Amministrazione: le riprese in diretta del Consigliocomunale, l’approvazione dell’Ordine del Giorno sulla trasparenza, il Codice etico dell’Amministrazione, più rigoroso rispetto a quanto richiesto dalle normative.
Sull’Amministrazione di una importante città come Rozzano non possono pendere ombre di nessun tipo, anche se la fonte di divulgazione delle notizie risulta essere un personaggio, Frediano Manzi, di Sos Racket e Usura (come ha ricordato qualche consigliere comunale), condannato per essersi appiccato da solo incendi al proprio chiosco e poter passare per vittima e la cui credibilità è ridotta al lumicino.
Marco Masini

31 commenti:

  1. Bravo, Consigliere Masini! Chiaro e trasparente, come sempre.
    Anche il nostro Sindaco, in effetti, esce estraneo alle vicende delittuose e, casomai, vittima dei comportamenti di altri e edi qualche suo, per nulla accorto, collaboratore. Faccia piena chiarezza e pulizia!

    Un elettore di centro-sinistra di Rozzano

    RispondiElimina
  2. stavolta ai toppato caro consigliere masini,punto 1 cisono delle vidio registrazioni e registrazioni che coinvolgono il vice sindaco Salvatore Rizza.il consigliere francesco Cuvello, lassesore Mirian Pasqui, lassesore Ciro Piscegli, e il signor Gianotti.punto2 il signor Sindaco era in dovere di denunciare Cuvello quando a tentato di coromperlo e questo lo dice la legge non noi anche se ormai e risaputo che a Rozzano la legge siete solo voi.punto tre lassociazione anti rachet manzi non a violato nessuna legge perche e il loro lavoro vigilare, comunque sono otto anni che aspetiamo questo momento anche se cineramente siamo sicuri che anche stavolta finira come sempre (lo spero per voi)

    RispondiElimina
  3. caro masini spero solo che manzi divulghi al piu presto le vidio registrazioni in suo posesso cosi vediamo chi avra ragione e chi torto a presto (in tribunale)

    RispondiElimina
  4. Nel momento in cui viene emessa una ordinanza di custodia cautelare, questa diventa, tecnicamente, "pubblica", per cui tutto quanto in essa contenuta non è più soggetto al segreto investigativo che garantisce lo svolgimento delle indagini.
    Chiunque faccia delle affermazioni false e calunniose risponde delle proprie azioni. Ciò non toglie che spesso anche personaggi equivoci possano dichiarare il vero. Il punto non è se Frediano Manzi deve chiarire alcune cose su se stesso (per dire, anche chi ha commesso reati può a volte raccontare la verità .... vedi i pentiti). Mi sembra che guardando la luna anzichè il dito che la indica si debba fare chiarezza se questi fatti siano inventati di sana pianta oppure no. Se sono balle, chi le ha dette è pazzo. Se sono vere che si fa? Si aspetta il giusto processo con il relativo terzo grado di giudizio oppure la politica può fare qualcosa in autonomia e fare chiarezza al di fuori dei processi? La politica non deve condannare penalmente nessuno (e non ne ha il potere), però può prendere le distanze da certi personaggi se vuole guadagnarsi la fiducia, anche su fatti NON penalmente rilevanti. Mi aspetto da cittadino rozzanese che i politici citati facciano ciò che deve fare un politco vero e non un politicante. Si metta a nudo e chirisca se stesso su case, mercatini, combustioni ed amicizie. Probabilmente ci sarà anche un pubblico ufficiale che venuto a conoscenza di un reato avrà riferito alle FFOO.

    RispondiElimina
  5. ciao masini ti volevo dire che finche il sindaco e il vice sindaco non stanno alla larga di certi elementi "cuvello" che ha contatti con gente malavitosa di rozzano cose che lui se ne vanta molto di avere queste amicizie.ti volevo dire che se siamo arrivati a tutto questo dovete dire grazie al vostro consigliere che a fatto comodo a tutti voi e specialmente al sindaco che quando ci sono state le votazioni lui (cuvello) le aveva promesso di fargli vincere le elezioni conoscendo amicizie poco raccomandabili e assicurandogli la vittoria di sindaco. adesso siamo appena all'inizio. non devi dire che ci sono state delle violazioni nelle indagini perche ci sono tutte le regisrazioni telefoniche mica se le inventate qualcuno! se volete salvare rozzano questo schifo dovete stare alla larga da questo elemento scusami per il mio esprimermi se ci sono dei errori ortografici

    RispondiElimina
  6. se e possibile e il signor masini permette vorrei rispondere allamico anonimo di centro sinistra caro amico guarda che nessuno dice che il sindaco e coivolto per carita diciamo solo che lui aveva il dovere nel momento in cui il cuvello gli proponeva sia (per paura o che ricordiamocci che la legge vera non ammette ingnoranza o paura) di incontrare dei criminali per favorirli il suo dovere era di denucciare cuvello punto e basta oggi allora si che si potrebbe parlare di assoluta trasparenza distinti saluti a masini e lamico di centro sinistra cittadino neutrale..........

    RispondiElimina
  7. masini ho letto oggi il giornale che vergogna! siete tutti comlici e inutile che fai il puritano e difendi sindaco e vice andatevene
    tutti a casa che fate la cosa piu bella. ringraziate jl vostro consigliere cuvello!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  8. Adesso viene fuori che qualcuno ha fatto tutto da solo e nessuno si accorgeva di niente.
    Tutto quel sostegno nei confronti di quella persona che si occupa di mercatini perchè dicono che “è robba sua”.
    Ma questa persona ed altri consiglieri comunali, hanno depositato la loro dichiarazione dei redditi in comune in modo da renderla pubblica come obbliga lo statuto? E' mai stata fatta una rendicontazione dello svolgimento delle sue fiere come prevede la legge in ossequio ai principi di trasparenza tanto sbandierata? Tutti i mercati che sono stati fatti erano autorizzati? Qualcuno bene informato dice di no. E chi deve controllare? C'è un responsabile in comune per il commercio? O veramente è "robba privata" di uno solo come si dice sul giornale?

    RispondiElimina
  9. masini scusa ma ho dato un'occhiata sul blog e vedo che ci sono 8 persone che ti fanno delle domande? perche non rispondi? forse sei daccordo con le loro lamentere ma non lo dai a capire. pero scusa se ai dato la possibilità che ogni cittadino dice la sua devi pure dare delle spiegazioni non ti pare? per favore rispondi

    RispondiElimina
  10. ciao Marco Sono Leonardo Piras ,consigliere comunale come te ,ma è possibile che si accusa il nostro sindaco di sapere , di denunciare e nessuno dei cari concittadini che ha scritto si firma .
    la magistratura farà il suo lavoro, i consiglieri comunali faranno il loro.
    pregherei quindi di scrivere il proprio nome quando si parla di Persone e le si accusa , senza bisogno di trincerarsi dietro un anonimo, facile parlare ,criticare , giudicare e poi....se sapete o avete prove cosi tanto decantate con video , bene consegnatele alla magistratura o a chi di competenza.per chi ha scritto delle dichiarazioni dei redditi mi da pubblicamente su questo spazio il suo nome le invio la mia dichiarazione dei redditi.
    ciao Marco e un saluto a tutti gli anonimi

    LEONARDO PIRAS

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prendo spunto dalle parole di Leonardo, e colgo l'occasione per realizzare un Post in proposito alle dichiarazioni dei redditi dei Consiglieri e della Giunta.

      Elimina
  11. Sottolineo la CORRETTEZZA delle parole dell'amico Piras: è da molto che chiedo di FIRMARSI, perchè nascondersi dietro l'anonimato facendo accuse non è NE' CORRETTO NE' CORAGGIOSO.
    In sintesi, le domande/osservazioni credo che siano:

    1) il Sindaco avrebbe dovuto denunciare Cuvello
    RISPOSTA DI MASINI: Il Sindaco non passa il tempo ad ascoltare le telefonate di Cuvello. Sino a tre giorni fa il dispositivo di custodia cautelare non era stato depositato e non si conosceva il contenuto delle intercettazioni, ergo il Sindaco non poteva denunciare nessuno sulle presunzioni e voci di popolo;

    2) SOS Racket Usura non vìola la legge
    RISPOSTA DI MASINI: Nel post ho scritto che Frediano Manzi è un tipetto poco raccomandabile, visto che è condannato per fatti di "poca onestà". Non ho detto che l'associazione vìola la legge.

    3) Esistono delle registrazioni nelle mani di Manzi
    RISPOSTA MASINI: Quien sabe? Che ne sacc'... Lo dice il Manzi, ma non Le ha mai sentite nessuno. Si portino alla Magistratura....

    4) Si può far chiarezza al di fuori dell'iter processuale
    RISPOSTA MASINI: concordo. Infatti chiedo molto chiaramente che, esistendo le intercettazioni da cui si evincono comportamenti poco accorti o sospetti, i coinvolti si dimettano.
    Ho detto in altre parti (e ci credo) che la politica è prima di tutto servizio alla COLLETTVITA', e non a singoli.

    5) Cuvello ha amicizie nella malavita
    RISPOSTA MASINI: avendolo appreso dalle intercettazioni, ne chiedo conto. Il fatto risulta particolarmente evidente in quanto il Sindaco prende le distanze dai personaggi malavitosi, Cuvello e Rizza (per motivi a me ignoti) NO.

    6) I mercatini ERANO gestiti impropriamente
    RISPOSTA MASINI: ne ho parlato diffusamente in altri post, e la Giunta ha già dato garanzie in merito. La gestione sarà diversa, a carattere pubblico.

    Nei 6 punti sopra non ho detto nulla di nuovo rispetto a quanto pubblicato nei vari post.

    Colgo l'occasione, di nuovo, per rinnovare l'INVITO A FIRMARE I COMMENTI. Anche in questo si vede la TRASPARENZA alla quale si fa richiamo!

    RispondiElimina
  12. Confidiamo che nel prossimo consiglio comunale ci sia qualche spiegazione da parte dei diretti interessati...magari anche alla presenza del pubblico (eddai D'Errico...io sono disposto a pagare il biglietto per assistere alla resa dei conti...una volta tanto permetti al pubblico di assistere!).
    Ma forse non c'è tempo per fare consigli ocmunali perchè tutte le date sono già occupate dagli incontri sul PGT...tutte le sere ce ne è uno per frazione...che bellezza!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E se andaste tutti a casa ?

      Elimina
  13. hai toppato di brutto stavolta caro masini!!! in questa brutta storia dovevano essere tuute mie vittime e dovevo essere querelato dal comune.....risultato l'unica querela che ce stata e quella che ti sei beccato tu per diffamazione e tutto quello da me denunciato e risultato esser vero
    -sui mercatini mi hai dato ragione perfino te facendo tua una mia battaglia che e diventata pubblica dal 26 settembre,che pero partiva dal settembre 2009,sicuramente avrai avuto 30000 buoni motivi per non accorgerti in tutte le tue esperienze in consiglio comunale di questi avvenimenti,ma hai avuto l'illuminazione dopo le mie ripetute accuse.
    -la rudh e fallita e cosa sia successo ancora non si Sa.
    E quello che avevo dichiarato nel giugno 2010 e poi il 26 settembre dello stesso anno non solo ha trovato i suoi riscontri con gli arresti,ma con l'ordinanza siamo riusciti a provare la complicità di alcuni amministratori con personaggi poco raccomandabili del terrritorio....ora masini con l'avvocato qualcuno ci dovra parlare sul serio ma non per querelarmi,ma per avere la sicurezza che io non possa chiedere i danni di quello che ho subito....visto che l'unica cosa che evice dalle indagini e la mia estraneta alla vicidenda di cui sono solo vittima!!!
    Visto che la mia presenza in consiglio comunale non sarà ricordata dai postumi come tu hai dichiarato alla mia uscita dalla maggioranza perché non volevo far parte di questo modo di fare politica mi firmo così almeno tu mi ricorderai sicuramente...per questo commento e per la querela che ti sei beccato da me per aver infagato la mia persona e la mia attività....

    P.s. per il resto delle mie accuse,calma arriveremo al dunque anche li bisogna solo aver pazienza e aspettare...la verità vera fuori anche li e solo questione di tempo!!!
    ANSELMO DOMENICO (INSIEME PER CAMBIARE)

    RispondiElimina
  14. Caro Domenico,
    più che dire quanto sopra non saprei...
    ...non credo d'aver "toppato". Semplicemente di alcune cose non mi occupavo, ed i tuoi comportamenti e dichiarazioni in Consiglio non hanno aiutato: sembravano dettati da rancore e voglia di rivalsa per questioni che ancora oggi mi sfuggono (non mi riferisco ovviamente ai fatti in ispecie), ma se vuoi ti rinnovo l'invito a valutarle.
    Una città vive di molte cose: a me piace occuparmi di territorio, energetica, urbanistica, mobilità, giovani,... sul resto mi ci sono dovuto catapultare per le Tue denunce (e l'ho fatto...!).
    Un Amministratore si valuta anche per la sua capacità di verificare criticamente le posizioni di altri, approfondendo e cercando di trarne (in autonomia) conclusioni.
    Torno a dire che ci si deve occupare della collettività come somma di singolarità, non di singoli, a costruire una collettività "clientelare".
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. miscusi consigliere masini siccome oggi dando uno sguardo al giornale notavo un suo articolo di cui lei parla di rimpasto ma secondo lei oggi e ancora credibile dopo quello che sta venendo a galla questa amministrazione? e poi mi domando ma cisara qulcuno che vada a prendersi la responzabilita di far ricredere i cittadini?

      Elimina
  15. caro consigliere masini io non capisco niente di politica pero e da un po che seguo le sue notizzie velovo capire secondo lei come finira questa brutta facenda che si e abbatuta sul comune di rozzano non mi firmo perche non sono capace buona giornata

    RispondiElimina
  16. Le battute sulle firme, ormai, mi sembrano addirittura fuori luogo.
    Comunque, le richieste si fanno per avere risposte. Quanto sopra e pubblicato su Il Giorno corrisponde ad un ragionamento politico complessivo che, partendo dal comportamento retto del Sindaco, sulla Sua persona si può ancora contare, ma non su chi ha deluso nei riguardi di cessioni a pressione di persone poco raccomandabili. Un Amministratore Pubblico si distingue per la sua trasparenza in questo e dalla non ricattabilità.
    Probabilmente non basterà (dietro le quinte mi sto adoperando per una verifica ancor più profonda anche sulle "voci" di corridoio) e il livello di attenzione dovrà crescere. Ecco perchè il Comune dovrà diventare una "casa di vetro", ed ecco perchè ho chiesto, tra l'altro, l'adozione dei provvedimenti "legislativi" relativi alla tasparenza, ad un codice etico e alla diretta consiliare.

    RispondiElimina
  17. Sono Marco Macaluso,
    Consigliere PD del comune di Rozzano. Ma voglio ora svestire i panni di questa carica e parlare da semplice cittadino, la mia firma in fondo sarà il mio nome e cognome sensa acronimi di Partiti.
    Credo ci sia una condizione di assoluto imbarazzo in tutta quella che è la questione "incendi" da parte di tutta la rappresentazione cittadina. Credo profondamente nelle istituzioni ed ho fiducia nella Magistratura, sono particolarmente infastidito dal modo in cui pare non si aspetti altro che poter far cadere un governo cittadino solo per il gusto di "nuove elezioni".
    Credo nella voglia di far bene di chiunque abbia il compito di amministrare. Credo profondamente nella ingenuità di un amministratore che sperava solo di poter svolgere al meglio il suo compito.
    Il comune di Rozzano (la MIA città dalla nascita e città della quale sono profondamente innamorato anche della sua immensa complessità) sta vivendo giorni di “fuoco” per quanto riguarda le notizie dei quotidiani, quando credo invece che la questione sia finita per quello che spetta a NOI amministratori cittadini.
    Perché con una sorta di presunzione ci si vuole sostituire ad organi che hanno la facoltà di giudicare?
    Certo c’è l’aspetto dell’onestà morale da non sottovalutare, ma prendiamo in esempio il passaggio che avete più volte citato rispetto al Vicesindaco Rizza nella quale lo si accusa di aver contattato un pregiudicato: credo che il Suo numero di cellulare sia presente sul bigliettino da visita come quello di ogni assessore, ha forse la colpa di aver precedentemente ricevuto un cittadino che volesse delle delucidazioni in merito ad una ipotesi di apertura di una attività?
    Quanta gente si incontra spesso per strada con la quale magari si scambiano due chiacchere? Non credo sia consuetudine di chiunque chiedere la fedina penale in prima battuta per capire di “che pasta sei fatto”.
    Spero solo ci siano le condizioni di poter procedere con i lavori di consiglio quanto prima senza farsi distogliere l’attenzione da altre questioni che ritengo non pertinenti al nostro giudizio. Che il comune possa diventare una casa di vetro sono dalla tua parte Marco io personalmente non ho nessun problema anzi spero ci sia sempre più partecipazione cittadina ad ogni incontro istituzionale.
    Ringrazio Marco Masini per l’opportunità che da di esprimersi e incrociare pareri e opinioni sul suo Blog ed esprimo solidarietà a tutte le vittime dei “fattacci” accaduti per danni legati alla personale sensibilità delle vittime materiali e vittime dei “media”.

    Marco Macaluso

    RispondiElimina
  18. Per la cronaca manca anche la dichiarazione dei redditi del consigliere Macaluso ("Che il comune possa diventare una casa di vetro....") sul sito istituzionale, come quella del consigliere Cuvello o quella del consigliere Anselmo (li cito solo perchè persone sotto vario titolo coinvolte nella questione incendi). E' presente invece correttamente la dichiarazione dell'assessore Rizza.

    RispondiElimina
  19. Mi scuso prondamente per non essere nel giusto, sono un consigliere di prima nomina e ogni tanto una tirata di orecchie mi fa anche bene. Caro Federico mi attivo quanto prima!
    M.Macaluso

    RispondiElimina
  20. rispondo al sig. consigliere macaluso. riguardo al fatto che il sig rizza e sindaco compreso. i loro num. telefonici siano sui bigliettini da visita non vul dire che ogni persona che chiama sul telefonino vengono contattati. ti spiego il perche! io ho piu volte telefonato e andato di persona in comune x poter avere un appuntamento con il sig. sindaco e vice sindaco ma quando tu lasci il tuo nome e cognome e ti dicono che poi sarai contattato al piu presto sono balle! perche poi i signori interessati vedono il tuo nome e cognome evidentemente non ti ricevono nemmeno perche non vogliono che tu dici cose che da fastidio. percio non dire bugie e non ti arrampicare ai specchi. adesso non difendere tanto i sig. interessati che non sono dei stinchi di santi perche il vostro consigliere cuvello a fatto comodo a tutti capito? e se volete continuare per la retta via mandate a casa il vostro consigliere poco serio. scusami per il mio anonimato ma non posso esporrermi troppo altrimenti saro minacciato. scusami per i miei errori di ortografia

    RispondiElimina
  21. sig. consigliere macaluso aspetto sua risposta in quanto le ho scritto ieri sera riguardo sul blog che lei si e espresso prendendo le parti dei sig. sindaco e vice. mi sembra che io anche se non mi sono firmato e ho spiegato il motivo. aspetto sue notizie cordiali saluti

    RispondiElimina
  22. (francesco) sinseramente credo che prima di inventarsi delle favole il consigliere macaluso doveva pre pararsi poco importa perche cio dimostra che anche lui in fondo a dimostrato cosa vale doppio OO telavevo detto io di risparmiartela caro marco macaluso ADESSO NE PAGHI LE CONSEGUEZE....CIAO CON AFETTO GRAZIE AL CONSIGLIERE MASINI CHE CIDA LOPORTUNITA DI DIRE COME LA PENSIAMO NOI BUONA GIORNATA.....

    RispondiElimina
  23. C'è qualcosa che mi sfugge.
    Dunque, rimaniamo sull'anonimo.
    L'amministratore X alla sola idea di parlare con "Totò 'u curto" fa riferire al suo braccio destro che non vuole assolutamente parlargli (sia inteso, per correttezza e drittura morale.
    Il braccio destro vista la mal parata allora chiama l'amministratore Y che è il vice di X e Y che fa? Non vede l'ora di parlare con "Totò 'u curto", anzi ha così tanta voglia e fretta che è addirittura Y che chiama Totò.
    Dunque ricapitolando, X si è comportato in un modo ed è innegabilmente un galantuomo. Y si è comportato invece in modo diametralmente opposto ed ha fatto bene anche lui. Non ci si capisce più niente.
    Poi a questo ci aggiungiamo che le cronache parlano, non so se malignamente o sprovvedutamente, citando atti in cui viene indicato un solo danneggiato dagli attentati incendiari, si presume l'Anselmo.
    Però qui non quadrano i conti perchè risulta che le attività bruciate sono due. Cioè uno dei due non è "vittima"? E se non è vittima cos'è?
    A dire la verità non ci si capisce molto o forse sono solo errori di scrittura.

    RispondiElimina
  24. ciao masini ho letto stamane l'ultimo giornale che parla ancora di rozzano! certo non e una bella immagine per il paese. ma la cosa che a me non mi sorprende. ma la magistratura sembra che a scoperto l'aqua calda che a rozzano per avere la casa popolare basta barare! tipo 1) ci sono troppe coppie finte separate, finti disoccupati(poi lavorano in nero per non avere una busta paga altrimenti scatta l'affitto piu alto) poi sotto casa anno parcheggiato il macchinone di lusso! 2)ce gente che paga 70 euro al mese e sono finti poveri. ma l'assessore pasqui invece di fare il suo dovere da consigli e non solo!!!! per eludere i controlli. ma allora io mi chiedo il sindaco cosa controlla? io ti posso garantire che a rozzano ce da fare una bella pulizia nel ambito delle case popolari. cominciamo da chi e responsabile . oltre a il vice sindaco deve dare le dimissioni anche la pasqui che non e uno stinco di santo ciao masini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le questioni relative a Cuvello e Rizza sono, come si suol dire, acclarate e certificate dalle indagini della Magistratura.
      Per la Pasqui no.
      Sulle sole "voci" è difficile procedere a richieste perentorie di "un passo indietro"...
      Certo è che occorre guardare tutti i citati negli occhi; chiedendo loro se ritengono che si possa andare avanti senza imbarazzi, si potrà capire dalle loro reazioni l'atteggiamento da tenere.
      Ho chiesto trasparenza totale, non a puntate o a campione!

      Elimina
    2. Ricordiamoci una cosa però
      Le indagini della Magistratura sono una cosa .... cioè si avviano in conseguenza di una notizia di reato, o, detta in altri termini, se c'è una denuncia o se un pubblico ufficiale lo viene a scoprire, prove alla mano, che qualche marachella la si sta facendo, e poi denuncia di suo.
      Ricordiamoci che la magistratura, in riferimento a Mani Pulite, ha criticato molto nettamente la politica perchè quest'ultima ha abdicato a qualsiasi forma di controllo interno (se mai gliene fosse venuta voglia di avere un controllo interno) delegando tutto alle indagini penali. Però il codice penale arriva sempre per ultimo, è come il chirurgo che recide l'organo malato non più recuperabile. Il medico invece, la politica, non ha usato nè anticorpi nè medicine e, forse, a volte non si è mai lavata le mani trattando con i pazienti e molto spesso si è voltato dall'altra parte, magari per un Rolex o un doblone 'doro o semplicemente per un gusto di "trafficare". Questo è quello che si dice parlando di indacini, denunce e altro al malaffare nel paese Italia. Mi chiedo se le stesse regole valgano anche nei paesini più piccoli.

      Elimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.