martedì 10 gennaio 2012

Sosteniamo l'Area C a Milano: non facciamo lotte di retroguardia

Mezza Europa applica provvedimenti similari a quello del Comune di Milano, che ha deciso di costituire un'area del centro, la cosiddetta Area C, a tassazione fissa.
Il portafoglio è l'unico metodo che a noi cittadini fa compiere gesti "virtuosi", a tutela della NOSTRA salute. Il cosiddetto Ecopass era discriminante perchè i possessori di auto vecchie dovevano pagare, lasciando il privilegio di accesso ai "ricchi" che avevano potuto cambiare l'auto.

L'assessore Maran, che ha istituito l'Area C, ha anche concordato con ATM una maggiore disponibilità di mezzi pubblici, che dovranno servire per compensare il disagio di accesso. Tutto ciò ha un senso.
L'assessore MARAN
Se l'aumento costante, ma lentamente progressivo, del prezzo della benzina non fa decrementare la voglia di uso personale del mezzo privato, allora - forse - una tassa sarà necessaria.
A Londra si pagano 10 sterline, a Berlino 7 euro. A Milano "solo" 5 euro. Basterà per far diminuire il traffico ed ottenere fondi per interventi anti-inquinamento?
Certo, come noto il problema dell'inquinamento è di "area vasta", relativo a tutta la pianura padana, ma gli interventi di Torino, Milano e la buona volontà di Regione e Provincia dovrebbero, piano-piano dare i loro risultati.
Più trasporto pubblico locale, meno TAV e meno mezzo privato!
Marco Masini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.