martedì 17 gennaio 2012

Il Sindaco di Opera FUSCO, nuovo leader dei verdi!!

L'assemblea dei Sindaci del Parco Sud ha deliberato due varianti al Piano Parco per accettare la richiesta di una multinazionale di ampliare la propria sede (a Rosate) e per la costruzione di un inter-porto (a Vignate) - ecco l'ordine del giorno diffuso da Massimo D'Avolio, presidente dell'assemblea dei sindaci. L'unica opposizione alle varianti è stata di Ettore Fusco, Sindaco di Opera!
Dai report dell'assemblea si evidenzia una poco documentata richiesta, non circostanziata nei termini del reale valore per l'occupazione (ragione addotta dai presentatori), una assoluta non curanza nella valutazione delle compensazioni a livello sovracomunale, ed il perseguimento di un pervicace piano di smantellamento del Parco stesso.
Anche La Repubblica, in maniera puntuale, riporta dell'assemblea, e lì si evince anche la poco democratioca decisione presa con poco più del 50% dei Sindaci facenti parte del consesso.

Il comune di Rozzano, con il suo PGT, sta facendo la sua parte, ampliando le aree di sua competnza che rientreranno nel territorio del Parco, ma la mancanza di coordinamento territoriale di livello più alto sta comportando una decisa riduzione della sua superficie.
Il lavoro va difeso, ma non si deve sempre e solo procedere per ricatti. Se un comune (come Rosate) non ha disponibilità di territorio per la compensazione, che si faccia una verifica preventiva di disponibilità da parte di altri!
A volte i "veri politici" mi sembran tutti scemi....
Marco Masini

Tratto dal comunicato della Provincia:

«L’accordo per la variante tra Parco Sud, Regione Lombardia e Provincia di Milano – ha aggiunto l’assessore al Terriorio, Fabio Altitonante – deve trovare attuazione in tempi rapidi. È una grande opportunità per tutta l’area, i piccoli cambiamenti che si dovranno sostenere dal punto di vista paesaggistico saranno integrati, oltre che dall’incremento occupazionale, con nuove opere d’interesse pubblico per la mitigazione e compensazione ambientale».

Saranno, infatti, a carico della Schattdecor misure che consentiranno di migliorare la percezione del paesaggio urbano rispetto a quello agricolo, con la realizzazione di una zona umida e di un’area boscata di circa un ettaro e interventi di riqualificazione della vegetazione. Sarà potenziato anche il sistema di mobilità dolce, con tre nuovi tratti di pista ciclabile, la prima di collegamento tra Rosate e Noviglio (1,8 Km), la seconda tra Rosate e il Laghetto Gambarino di Vernate (1,7 Km) oltre ad un tratto urbano di connessione (1 Km).

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.