martedì 31 gennaio 2012

Il ponte avanza e copre il naviglio: ritardi e possibilità ben gestite dall'ufficio tecnico.

Il ponte che dovrà collegare la Pavese alla strada della Bazzanella in zona Parco Sud / area D3 sta procedendo, lentamente ma avanza...
La storia di questo ponte e' la storia dell'Italia di questi tempi. Iniziato nel momento delle vacche grasse, quando anche solo un ordine della Pubblica Amministrazione ti consentiva di accedere facilmente ai finanziamenti di una banca, l'opera fu appaltata con gara pubblica ad una Ati (associazione temporanea di impresa) costituita da due società, una per la parte "ferro" ed una per le opere civili.
 Come nell'ordine delle cose, l'appalto di Rozzano non era l'unico nel portafoglio di una di queste società e, a causa della stretta creditizia, la mancanza di risorse liquide per i pagamenti dei fornitori e per la gestione societaria l'ha portata al collasso.
Di questi giorni sono le informazioni che anche lo Stato e' alla canna del gas, tant'e' che il ministro Passera sta pensando di pagare le pendenze della PA con dei patriottici BOT! Lo Stato oggi arriva a pagare anche a 700 giorni, e le amministrazioni locali, a volte, non sono da meno.... Ma questo non aiuta i ponti! Nonostante tutto, per non dover lasciare l'opera incompiuta, la nostra direzione tecnica ha fatto si che la società rimasta potesse mantenere l'appalto in essere e, cercando di dare una mano dal punto di vista dei pagamenti per gli stati di avanzamento, ha consentito con tempi diversi e più laschi, la prosecuzione dei lavori. Come se non bastasse, anche il diavolo ci mise la coda: a raso naviglio un grosso cavo dell'alta tensione dell'Enel ha rallentato i lavori a causa della sua rimozione e spostamento.... Ebbene, oggi tutto sembra prossimo alla fine. Mancano le finiture ma, apparentemente, tutto e' pronto per l'asfaltata finale.
Non si tratta di un'opera che risolverà la congestione della pavese, ma la disponibilità di un accesso alternativo ad Assago/Buccinasco (leggasi MilanoFiori) dovrebbe rilassare la difficoltà sofferta da molti cittadini di Valleambrosia (tra cui il pro-sindaco ad honorem Mario Capriglione, consigliere comunale) nell'uscire dalla frazione in direzione ex statale dei giovi. A bientot...
Marco Masini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.