martedì 27 dicembre 2011

Sull'intestazione del BLOG e sul sottoscritto: explanatio petita

Mi segnalano che non si riscontra chiarezza nell'essere un consigliere comunale appartenente ad una lista civica e l'adesione ed il sostegno al Partito Pirata.
Cerco di spiegarmi, anche se penso che sia ridondante.
Poca storia, in apertura, a futura memoria.
Il sottoscritto ha iniziato la "politica attiva" nel 1990, (bloccando, ad esempio, la costruzione di una pista di motocross nell'attuale Parco dello Smeraldino), nel movimento dei Verdi, sino a diventare un giovane assessore della Giunta Giuseppe Foglia nel 1994, per un anno. Alle successive elezioni del 1995, a causa dei problemi del movimento Verde, mi presentai nella lista civica Verdi per Rozzano. In quegli anni mi opposi con forza alla localizzazione di un inceneritore nel nostro territorio, fortemente voluto dalla Giunta Malinverno. Questa battaglia la svolsi come tesserato a Rifondazione Comunista, alla quale rimasi vicino per due anni. Non mi presentai alle successive elezioni comunali, dove si diedero battaglia la Malinverno (che vinse), Canè, Grillo et al. salvo mantenere un presidio territoriale con l'associazionismo giovanile (cosa, del resto, che facevo da decenni). (continua...)

Tornai alla politica attiva nel 2004, di nuovo con i Verdi, al termine dell'esperienza Malinverno (che contestai anche per la cancellazione del "polisportivo" dove ora sorge il Q.re Alboreto, e per la vera cementificazione di Rozzano costituita dalle edificazioni Cimep), sottoscrivendo l'accordo vittorioso di coalizione del centro-sinistra capitanata da D'Avolio, con un programma di ben altra natura. Durante quella consiliatura ho avuto l'opportunità, tra le altre cose, di redarre il nuovo Regolamento Edilizio - tra i più avanzati in Italia - e di partecipare al progetto per la realizzazione della rete di Teleriscaldamento e di contribuire alla formazione del Parco dello Smeraldino, eccellenza naturalistica del Sud Milano. Su questo, io e Stefano Apuzzo, abbiamo scritto un libro "La Gemma del Naviglio" che servirà ai posteri per misurare l'evoluzione della città (almeno, per quanto eravamo in grado di immaginarcela allora e con alcune delle nostre idee).
Finita l'esperienza nel 2009, mi fu chiesto di sostenere nuovamente il Sindaco D'Avolio, cosa che feci partecipando al successo della lista civica che porta il Suo nome, visto che i Verdi si stavano, nel frattempo, sfaldando, nonostante i successi di carattere europeo.
Da allora, continuando a partecipare e sostenere i progetti di riqualificazione cittadina, mi sono speso alquanto nella realizzazione di un PGT che si presenta molto interessante e di salvaguardia complessiva della città. Ho richiesto e analizzato una approfondita campagna di monitoraggio dell'aria cittadina (riscontrando pochi problemi realmente importanti), chiedendo sempre, in modo trasparente, che venissero applicate le migliori pratiche di gestione dirette o indirette alle attività sul territorio, con alterni successi.
In questa parte di legislatura mi sto occupando di trasparenza, comunicazione e nepotismo, problematiche che, purtroppo, risiedono in molte amministrazioni pubbliche. La mia battaglia sulla diretta dal consiglio è nota (vedi SIoNO magazine o anche i riferimenti a questo blog)

Nel 2011, alla formazione del Pirate Party italiano, sostenuto da un vecchio amico del movimento Verde e collegato al movimento internazionale e alla rete Occupy, sono entrato a farne parte, portando la mia esperienza nella possibilità di costruire non solo un movimento di hacker, ma un vero e proprio partito che si occupi a 360° dei problemi italiani, occupandomi - per competenza - di politiche energetiche ed ambientali.

Verdi, PRC e ora Pirate Party. Una linea di coerenza politica e tematica che mi ha contraddistinto nel tempo.
Per il momento risiedo a Milano, ma ho prenotato un appartamento in una palazzina privata in costruzione a Rozzano. I miei redditi li ho comunicati al Comune. Sono dirigente di un'azienda privata che nulla spartisce con ciò che avviene a Rozzano (se non per contribuire a impiantare ancora più alberi partecipando al progetto ReCO2very) e rubo gran parte del mio tempo libero per occuparmene....
....RozzanoFuturo e le attività consiliari e territoriali ne sono un esempio!
Cordiali AUGURI a tutti.
Marco Masini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.