giovedì 29 dicembre 2011

Le "padelle" sono migrate sui tetti a Gratosoglio

Antenne paraboliche sul tetto a Gratosoglio

A Gratosoglio la ristrutturazione dei palazzi Aler ha consentito la centralizzazione dell'antenna parabolica. Questo ha comportato un maggiore ordine edilizio, e l'accesso del servizio a tutto il condominio.
A Rozzano, invece, tale ristrutturazione non ha portato grandi benefici.
Il Regolamento Edilizio di Rozzano, all'art.75 "Installazione di antenne paraboliche, condizionatori o apparecchiature tecnologiche", fa riferimento alla cosiddetta Legge Maccanico L. 249 del 1997, recitando all'art. 3 comma 13 Antenne collettive satellitari  "A partire dal 1 gennaio 1998 gli immobili,
composti da piu' unita' abitative di nuova costruzione o quelli soggetti a ristrutturazione generale, per la ricezione delle trasmissioni radiotelevisive satellitari si avvalgono di norma di antenne collettive e possono installare o utilizzare reti via cavo per distribuire nelle singole unita' le trasmissioni ricevute mediante antenne collettive. Entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge i comuni emanano un regolamento sull'installazione degli apparati di ricezione delle trasmissioni radiotelevisive satellitari nei centri storici al fine di garantire la salvaguardia degli aspetti paesaggistici".

Ciò, la redazione di un adeguato articolo sul Reg. Edilizio, è rimasto lettera morta sino al 2008. 

In rosso le parabole, in giallo i climatizzatori di un palazzo ALER

Al comma 3 e 4 dell'art. 75 del Regolamento si legge anche che le installazioni devono ispirarsi a "principi di decoro" e comunque non visibili dalla strada, ed al comma 5, in modo più perentorio, indica che "
sono consentite le installazioni di antenne paraboliche in luoghi non visibili dal piano di utilizzo delle pubbliche vie; in particolare sono vietate le installazioni di antenne paraboliche all’esterno di balconi, terrazzi non di copertura, comignoli, giardini e cortili quando le antenne siano visibili dal piano della strada delle pubbliche vie. Le stesse devono essere collocate solo sulla copertura degli edifici, 
possibilmente sul versante opposto la pubblica via."
Il vero problema è che non sono indicati elementi sanzionatori a seguito della mancata applicazione.
Comunque, anche nel caso della presenza di impianti centralizzati, c'è sempre il "cretino" che installa comunque la propria!!!
La stessa cosa vale per i condizionatori....


Marco Masini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.