domenica 20 novembre 2011

Donne maltrattate: ora basta!

Altra pregevole iniziativa sul Territorio del nostro Comune promossa dalla locale sezione di SEL, Sinistra Ecologia e Libertà, che ha presentato, ieri sera, in Cascina Grande, un toccante documentario in occasione della GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE. Si trattava di "Sin By Silence", il peccato del silenzio, di OLIVA KLAUS. 
Dentro alle mura del carcere femminile California Istitution for Women, la vita e le storie di donne vittime di violenza domestica che hanno ucciso il proprio marito o compagno. Durante la proiezione abbiamo (noi genere Maschile) imparato a guardare al problema del maltrattamento da una diversa prospettiva, che porta le donne a reagire anche in modo estremo dopo aver "sopportato", magari per decenni, violenze psicologiche e fisiche da parte dei loro compagni, mettendo a repentaglio anche le vite dei loro figli.

Abbiamo anche imparato che esiste una legislazione molto più virtuosa di quella italiana, che riconosce la Sindrome da Violenza, e che può costituire un'attenuante anche per reazioni estreme come quelle che hanno portato le "protagoniste" del documentario in galera. Nello stato della California, dal 2002, i Giudici possono avvvalersi di questa nuova norma per riconoscere, anche in caso di uxoricidio, le "attenuanti" di una condizione psicologica estrema.
Sono intervenute LILIANA OLIVIERI, presidente di "Diamo la voce a chi non ha voce", CINZIA DALLE LUCCHE, presidente di "Donne insieme contro la violenza", associazione di Pieve Emanuele, e MARIA TERESA DE PAOLI, presidente dell'ass. "Il Filo D'Arianna" di Rozzano.
E' stato sottolineato, quindi, in conclusione del dibattito, come la politica debba necessariamente farsi carico della dimensione normativa del problema, realizzando le condizioni culturali e sociali che interrompano queste degenerazioni, e che realizzino le condizioni di cultura necessarie per superare, anche in Italia, un problema ormai diffusissimo. Partendo dalla scuola, dalle elementari, dando alle istituzioni un ruolo, .... i fondi per far sì che ciò posso avvenire: non si può sempre e soltanto affidarsi ai volontari con la scusa delle ristrettezze economiche. Questa è una priorità sociale, che può, addirittura, comportare dei risparmi per le nefaste conseguenze che ne possono derivare.
GIGLIOLA ZIZIOLI, e ROSANNA DE CICCO, del direttivo di SEL Rozzano e DEBORAH D'EMEY, circolo SEL Pieve Emanuele, hanno sostenuto il dibattito.

Io mi sono sentito molto imbarazzato, in quanto appartenente al Genere Maschile, responsabile di tutto ciò: in Italia, ancora oggi, il 90% delle violenze sulle donne avvengono in famiglia...
Hanno presenziato anche l'assessore Pasqui e l'assessore Rossi.
Marco Masini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.