venerdì 4 novembre 2011

Commissione risorse: stavolta c'erano tutti!

Nella commissione risorse di ieri sera si è avuta una partecipazione in forze delle opposizioni, che, quando vogliono e per opportunità politiche, ritengono di avvalersi dello strumento consultivo.
A detta di un commissario, la partecipazione alle commissioni avviene, infatti, "quando sono in ballo argomenti di un certo rilievo", ergo il PGT non è considerato tale?
Detto ciò, la serata era rivolta alla discussione della proposta di delibera sul conferimento dei servizi in esclusiva da parte del Comune, una sorta di dichiarazione annuale di intenti nei riguardi di ciò che il Comune non intende alienare, e che mantiene in  capo direttamente all'ente o alle partecipate, salvo contratti in essere di scadenza futura.
In questo ambito ricadono alcuni serviz come quelli cimiteriali, del trasporto scolastico, parascolastici, gestione degli impianti sportivi, trasporto rifiuti, etc.

Si è richiamata la scelta del consiglio comunale di conferire la maggioranza delle farmacie all'incanto, non essendo più un servizio necessario ma disponibile dai privati, e la delibera che inquadrava la materia.
C'è stato poi un intervento di Anselmo sulla questione delle commissioni sport che non riuscirebbe a convocare per ostruzionismo della Presidenza, protrattasi per un certo tempo, e l'intervento di Valli.
Quest'ultimo, contestando la forma della deliberazione, ha disquisito su alcuni problemi che già abbiamo discusso in altro ambito sugli asili nido, sulla vendita delle partecipazioni non strategiche (DGN, Publicompost, etc.), e su altre questioni relative ad AMA (che ha ridotto le perdite dai 2,8M€ nel 2009, a 1,6M€ nel 2010 ad una prospettiva di pareggio 2011), API (sulla variazione di Statuto, problemi di costi e gestionali che riprenderemo in altro post).
Su questi ultimi ho inteso rassicurare il commissario che, per quanto mi riguarda, ho sollecitato la Giunta a provvedere nel merito per chiarire e risolvere alcune questioni che andrebbero altrimenti ad inficiare il bilancio in formazione.
Moro et al. hanno anche sollecitato sulla necessità di modificare il Regolamento Comunale, per rendere le commisioni strumenti operativi, e non solo consultivi.
Gabriele ha ribadito il "deficit di democrazia", in particolare in merito al fatto che la Giunta ha scelto Valli come "auditor" di AMA senza una consultazione del Consiglio Comunale.
A tal proposito, Valli ha letto stralci dalla sua relazione mandata alla Presidenza ad inizio ottobre e di cui si sono perse le tracce ("e chi vuol intendere intenda...").
L'assessore Agogliati, con responsabilità e deleghe sulle partecipate, ha inteso rassicurare i commissari sulla bontà della gestione richiamando i dati di riduzione del disavanzo indicati sopra, e lo sforzo in corso per il mantenimento in essere di tutti i servizi alla città ed alla conservazione dei posti di lavoro. Ha indicato che l'approccio e le tempistiche sono figlie di un analisi 80/20 (si parte dai problemi più grossi, sino a concentrarsi sui minori più tardi), dove le partecipazioni risibili a DGN ed altro sono iscritte a bilancio di AMA con valori molto bassi e quindi inefficaci al risanamento.
Si è anche indicato che le proposte di revisione delle delibere sono state spesso accolte, ovviamente ogni qual volta andassero nella direzione auspicata e collaborativa, e che non vi è mai stato un muro contro muro.
La delibera in questione, però, è di "nuovo tipo": ribadire annualmente l'intento strategico del PGS nei riguardi dei servizi in esclusiva è un nuovo approccio che va messo a punto.
La commissione si chiude alle 24.00 (alla faccia di chi dice che i politici non lavorano: lo fanno, e praticamente gratis), per darsi appuntamento a lunedì sera....ehm, a stamattina in prima convocazione (sich!!).
Marco Masini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.