lunedì 17 ottobre 2011

La crisi immobiliare colpisce anche Rozzano

La crisi generale dell'economia e la poca disponibilità al finanziamento da parte delle banche sta colpendo anche Rozzano in modo significativo.
Decine di cartelli per la vendita che languono invecchiando per la lunga esposizione, nuovi edifici per lo più disabitati, sono il segno della difficoltà che stanno affrontando le famiglie in questo periodo. Anche appartamenti a costo calmierato e comunque basso, in linea con la valorizzazione del territorio, rimangono invenduti, generando dubbi sulla sostenibilità economica di ulteriori interventi.

Nonostante ciò, come in altre parti d'Italia, l'edilizia di prestigio a costo medio alto continua a funzionare, e risente di meno della crisi.
Ecco perchè, comunque, per continuare a fornire di servizi ed infrastrutture il Comune (come ad esempio un supermercato in area priva), se si deve costruire occorre puntare sull'alto di gamma o a rendere disponibili appartamenti probabilmente a canone molto moderato con riferimento a strumenti di finanziamento sui quali un Governo degno di questo nome dovrebbe impegnarsi.
Marco Masini

P.S. Per quelli "duri", meglio ripetere: costruire sul costruito (ad esempio eliminando capannoni) e comunque acquisire con operazioni di compensazione territorio per il Pubblico, limitando le cubature spettanti e possibili.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.