domenica 9 ottobre 2011

Anche le cabine Telecom se ne vanno.... Memorabilia che avanzano!

Anche le vecchie cabine telefoniche ci lasceranno: vista l’ampia e capillare diffusione dei telefoni cellulari e dei phone center, Telecom Italia e l'Autorità per le Garanzie delle Comunicazioni hanno avviato un piano di “razionalizzazione degli impianti telefonici”, il che significa smantellamento e rimozione.
Ricordo ancora i gettoni della SIP in ottone, che mio padre mi dava come mancetta al posto del "denaro sonante", e chhe mi consentivano comunque di comprarmi il giornalino o altro.
La “razionalizzazione”, fa sapere l'AgCom, è in corso anche in altri paesi: l'Italia, sino ad ora, era il paese con il maggior numero di cabine e cupole telefoniche, una ogni 450 abitanti, contro una media europea di una ogni 1.100. A questa presenza massiccia si è aggiunto il drastico calo, pari all'88%, dell'uso di tali postazioni.

Non tutte le cabine verranno rimosse, ovviamente: la Telecom Italia ha infatti l'obbligo di garantire postazioni funzionanti in luoghi pubblici di grande rilevanza sociale come ospedali e strutture sanitarie equivalenti, carceri, uffici della Pubblica Amministrazione aperti al pubblico, rifugi di montagna, scuole (di primo e secondo livello), stazioni ferroviarie, stazioni autotranviarie, aeroporti, porti, luoghi di culto, mercati comunali e rionali, centri commerciali, centri ricreativi e sociali, luoghi di lavoro nei quali per motivi di sicurezza è proibito l'uso del telefono mobile, centri sportivi. Il 75% delle cabine deve essere inoltre accessibile agli utenti diversamente abili.
In tutto questo processo, però, anche il cittadino può far sentire la sua voce: 60 giorni prima della definitiva rimozione, infatti, verrà affisso un cartello sulla cabina e, contemporaneamente, sarà avvisata l'amministrazione pubblica. Entro 30 giorni dalla comparsa dell'avviso cittadini, associazioni di consumatori ed enti interessati potranno scrivere all'e-mail cabinatelefonica@agcom.it Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. manifestando la propria opposizione alla rimozione e spiegandone i motivi. Entro un mese dal ricevimento dell'e-mail, l'AgCom farà sapere se la cabina in questione potrà ritenersi salva o dovrà, invece, essere rimossa. Sul sito della Telecom Italia è possibile vedere quali cabine sono ancora attive.
Vicino casa mia ho una cabina: chissà quando ci lascerà. Mi ispira ancora una simpatica aria di libertà: secgliere se telefonare senza l'assillo del cellulare!

Marco Masini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.