sabato 19 marzo 2011

Un ministro sicuro nel suo incedere.... (sich!!)

E ora, dopo averle decantate, il super ministro Tremonti scopre i problemi delle centrali nucleari e i costi associati all'eredità per il futuro. A Cernobbio, all'incontro annuale delle teste d'uovo dell'economia nostrana, Giulio fa un dietro front coerente con quello della compagine governativa (come gli ha giustamente detto la sua collega Prestigiacomo, cerca di non fare "cazzate" per non compromettere le elezioni), e si prepara ad incassare il giusto plebiscito degli italiani plaudenti, lieti d'aver un cotanto ministro che capisce sempre le situazioni al volo.
Ecco perchè non serve conoscere le cose: questo aiuta ad adeguarsi velocemente alle situazioni.
Ministri che scelgono o rinnegano l'energia nucleare con la stessa facilità con la quale mettono il latte nel caffè del mattino (mi va, non mi va) non sono nemmeno degni delle Bananas.
E che dire dell'altro cervello sopraffino di Veronesi? Un esperto di neoplasie a capo dell'Agenzia Governativa per il Nucleare, neoplasie che saranno il risultato delle meravigliose emissioni di Fukushima. Egli si sta probabilmente impegnando per ottenere un sempre maggior numero di clienti. E il buon Bersani che non lo rinnega...
Ma dove cavolo siamo finiti?
E ora parte la grande RIFLESSIONE: trovategli uno specchio lucido!
Marco Masini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.