lunedì 28 marzo 2011

Adeguata la spesa per la raccolta e trasporto rifiuti e riciclato

Per raccogliere e smaltire i rifiuti ed il differenziato a Rozzano, si spenderanno nel 2011 circa 7 milioni di euro (6,94 milioni di euro, per la precisione). Il Consiglio Comunale ha infatti deliberato l'adeguamento che comporta anche una rimodulazione delle tariffe, volte a coprire - per legge - la spesa nel suo complesso.
In realtà, in questa cifra sono inclusi anche i costi di spazzamento stradale e dei marciapiedi (circa 1,3 milioni) che ormai da qualche anno fanno di Rozzano una città decisamente più pulita.
Si tratta di una spesa previsionale di AMA in crescita di circa 900mila euro, che però corrisponde ad un continuo incremento nella percentuale della raccolta differenziata: dal 31% del 2006 ad oltre il 42,6%, con una crescita anno su anno di quasi l'1%.
Nel complesso, la situazione va inquadrata in un aumento dei servizi che incide per circa il 13% e un aumento dei costi (petrolio, materiali e gestioni) valutato nell'ordine del 10%.
I nuovi servizi sono quelli relativi ai mercati festivi, la pulizia delle aree cani, etc. Si ha poi un effetto derivante dall'aumento delle utenze che porta ad un incremento della raccolta differenziata maggiore della indifferenziata, ma comunque in aumento di qualche punto percentuale. Il virtuosismo dei nuovi cittadini e il miglioramento continuo di quelli esistenti, comporta, comunque un costo di gestione di circa 2,5 milioni di euro, in crescita (circa +300mila euro).
Un dato salta all'occhio: l'adozione dei nuovi EcoPoint ha fatto la differenza. Dove questa tecnologia è stata adottata, la raccolta differenziata è arrivata al 62%. L'indicazione del Comune è dunque di proseguirne la diffusione.
La filiera del riciclo non è però ancora conveniente, o comunque non vi siamo ancora dentro appieno. Alle voci di costo non corrispondono entrate: dove sono gli incentivi che furono previsti dal legislatore una volta affermatasi la raccolta differenziata grazie alla sensibilità dei cittadini e ad un visrtuoso circuito di valorizzazione delle materie prime-seconde?
I Governi dell'ultimo quindicennio o giù di lì non si sono molto impegnati in materia, e questi elementi di civismo cittadino e di attenzione all'ambiente andranno dispersi se non si prendono provvedimenti.
Il decoro cittadino e l'attenzione all'ordine urbano non sono elementi sufficienti per mantenere alto il livello di attenzione su questo tema. Ormai è noto: il portafoglio, in Italia, rappresenta uno dei pochi validi argomenti per ottenere un comportamento etico.
Marco Masini

Andamento raccolta differenziata 2006 - 2010

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.