domenica 6 febbraio 2011

Milano miope: Mario Monti bacchetta il capoluogo sullo smog!

Ancora una volta, come da molti anni, Milano svetta nelle classifiche delle città più inquinate d'Europa. Adesso, però, anche persone insospettabili - per motivi, ovviamente, di puro carattere econimico - cominciano a schierarsi contro l'afasia della Giunta meneghina. Mario Monti, infatti, al Dal Verme, in occasione di un incontro pubblico per fare il punto su Expo 2015, indica tra i motivi della battaglia antismog quello di carattere economico.
Il presidente della Bocconi dice: «Non vorremmo che Milano abbia compensato la nebbia con lo smog. La qualità della vita non è vista come asset di Milano e questo, essendo la sostenibilità uno dei perni del tema di Expo, sarebbe un esempio di non perfetta coerenza». Quindi la battagli contro lo smog in chiave economica per non "perdere la sfida dell'Exop, non certo per la qualità della vita dei suoi cittadini e di quelli dell'hinterland. Monti accusa poi di «miopia» le categorie che si oppongono ai proveddimenti antitraffico, e tra questi, come sempre, i commercianti.
Il fulmine De Corato attribuisce invece la responsabilità dell'insuccesso (che ceralacca Moratti ribalta in un grande percorso virtuoso!) al mancato sostegno da parte degli altri Comuni: «I risultati avrebbero potuto essere migliori, se Milano non fosse stata costretta ad agire in solitudine». MA COME??? Milano si è sempre arrogata il diritto di decidere in completa autonomia su qualsiasi tema della sbandierata "città metropolitana", ma poi quando le cose non vanno come sperano la colpa è degli altri?

Ma per fortuna che Guido Podestà, presidente della Provincia, invita la giunta a concordare i provvedimenti futuri: «Serve un coordinamento con le città che stanno intorno al capoluogo, perché se è vero che a Milano vivono 1,3 milioni di persone, nelle città intorno ne vivono 1,8 milioni».
Mercoledì prossimo anche Rozzano ed il Suo Sindaco saranno al tavolo: Podestà ha convocato a Palazzo Isimbardi un tavolo dei Comuni della Provincia per mettere a punto iniziative comuni.
Chissà che invece non manchi la Moratti....

Il link alle misure delle centraline Arpa di Milano: QUI.
E QUI potete (ahimè!) confrontare la situazione, ad esempio, con quella di LONDRA: siamo proprio diversi, anzi direi, antropologicamnente diversi e deviati (come disse quel tale che si rifiuta di incontrare un giudizio altro se non quello divino)
MM

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.