mercoledì 29 dicembre 2010

Il balletto della Prestigiacomo

Pensavamo di averle viste tutte, ed invece riescono sempre a stupirti. Il ministro Prestigiacomo è riuscita, nel giro di pochi giorni, ad uscire dal PDL ed a rientrarvi con un guizzo da faina che non è sfuggito ai più per l'elevata dose di atleticità che ha mostrato.
La ragione di tale contorsionismo sono le regole del nascente SISTRI, il registro dei trasporti per i rifiuti. Sembra che la ministra, in un impeto di reale ed appassionato spirito verde, abbia sostenuto che i trasporti dovessero essere tutti tracciati.... (?!?!?!). Che novità, direbbero i miei quattro lettori!
Se così non fosse si lascerebbero aperte le maglie per un qualunque canale alternativo che rischierebbe di invalidare lo stesso.
Bhè, no si sa bene come e perchè (come sempre, del resto, vedi caso Carfagna su cui torneremo), dopo una lunga ed amabile chiacchierata con l'onnipresente Berluscaz rientra nelle file e si adegua. Cosa mai gli avrà detto per farla desistere dal "rompere i co...ni" sul tema suddetto?
Forse, come qualche notevole rappresentante di cotanto partito ha fatto notare, "se esce torna a essere nessuno!".
Al Paese le questioni che preoccupano dovrebbero essere altre: ogni volta che le Signore del Governo trovano pasticci e per questo si agitano si tratta sempre di RIFIUTI. Prima la Carfagna per i rifiuti campani di Cosentino, ora la Prestigiacomo per il SISTRI.... Questo Governo pare nà munnezza!
Da non dimenticare che il fratello sfigato del Premier si è già beccato una condanna mica da niente per la discarica di Cerro Maggiore, come a dire che il signore delle TV quando si parla di rifiuti conosce bene l'argomento....
MM

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.