sabato 27 novembre 2010

Come sarà il traffico in uscita dalla tangenziale verso Quinto?

Ormai anni fa, quando fu proposto il disegno dello svincolo della tangenziale presso il Fiordaliso a Quinto, il mio commento entusiasta nell'allora commissione fu: "Ma chi ha disegnato la viabilità? Un architetto ubriaco?".
Anche oggi, alla vigilia dell'apertura, prevista in gran spolvero il 2 dicembre alle 11.00, mantengo le mie perplessità per lo meno su alcuni fronti.
1) L'immissione del traffico in uscita dalla tangenziale direttamente sul cavalcavia. Questo sarà sicuramente pericoloso e destinato, in special modo alla mattina, a generare una gran quantità di traffico e di inquinamento in aggiunta all'esistente. La strada proveniente da Rozzano via Manzoni, che raccoglie la viabilità da Basiglio e da Pieve, passerà dalle attuali due corsie ad una per permettere l'immissione dalla tangenziale. Si creeranno ingorghi che propagheranno il loro effetto sin dentro Rozzano.
2) Via dei Missaglia, dalle sette già bloccata all'altezza del capolinea del 3 a Gratosoglio, avrà il suo codazzo sino a Rozzano per l'aumento del traffico proveniente da altri comuni che, invece di proseguire per la via Ripamonti, dallo svincolo di Opera, preferiranno l'ingresso diretto in città per questo nuovo ed accessibile asse.
3) Per i cittadini e le attività di Quinto l'uscita non sarà di beneficio. Poter raggiungere le loro abitazioni ed attività provenendo dalla tangenziale sarà possibile solo percorrendo via dei Missaglia sino a Gratosoglio, capolinea del 3, con inversione ad U sul controviale. Pensare di utilizzare il "toboga" del Fiordaliso, magari in orari di punta per lo shopping, potrebbe essere ancora più problematico. Se invece intendono recarsi verso la tangenziale, la via più breve sarà stata utilizzando l'immissione in via Po.


Visualizza Svincolo tangenziale Quinto Stampi in una mappa di dimensioni maggiori
Per non considerare i problemi dei periodi di alta dello shopping: il cavalcavia, uno dei principali accessi verso Milano, occupato dai consumatori alla ricerca della shopping experience al nuovo centro commerciale.
Disse il famoso architetto che la lunghezza della rampa di uscita eviterà di creare ingorghi in tangenziale (come fu ai tempi del vecchio svincolo di via Lorenteggio). Ma agli abitanti della zona non pensò....
E questi sono solo alcuni dei problemi che immagino di sicuro, gli altri dovremo monitorarli con il tempo.
Marco Masini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.