sabato 13 novembre 2010

Boicottiamo Twinings!

Apprendiamo dal Daily Finance che la società inglese proprietaria della Twinings, la popolare marca di tè inglese, ha deciso di spostare la produzione in Polonia nel 2011, lasciando sul marciapiede 400 lavoratori inglesi.
Dall'altra parte ha iniziato, invece, una martellante campagna pubblicitaria, forse per coprire il rumore che da questo deriva. E' infatti da pochi giorni arrivata anche sui nostri schermi nazionali, molto felpata, di grande impatto emotivo, colorata e con tanti bei frutti rossi di bosco: veleno!

Non solo, per la rilocalizzazione, utilizzeranno pure 12 milioni di euro tratti da fondi comunitari.
L'Inghilterra, al contrario dell'Italia, ha sofferto e continua a soffrire, gli effetti di una drammatica crisi, determinata dalla speculazione finanziaria, della quale Londra è una delle capitali.
L'economia reale, ed i lavoratori, sono quelli che ne stanno pagando le conseguenze più alte, grazie, anche, alle politiche neo-liberiste estreme di Cameron.
Durante la mia ultima visita in UK, nel Buckinghamshire, non più tardi dello scorso aprile, ebbi modo di toccare con mano quei problemi, e di raccogliere le preoccupazioni di vari imprenditori, con aziende a conduzione familiare, preoccupati dell'economia in forte calo, così come di visitare i loro grandi magazzini con molte persone (normali, molto normali) purtroppo dedicate, o meglio, costrette alla questua davanti agli ingressi.
La Polonia è Comunità Europea, ma un fair trading dovrebbe valere all'interno dei Paesi dell'Unione, non è possibile che ci si faccia la guerra tra di noi!
Boicottiamo la Twinings, compriamo prodotto nazionale.
Marco Masini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.