sabato 30 ottobre 2010

PGT: in Commissione per la nomina dell'autorità VAS

A seguito della sentenza del TAR della Lombardia del 17 Maggio 2010 relativa all'impugnazione del DLGS 152/2006 per quanto riguarda l'Autorità competente per la VAS, Valutazione Ambientale Strategica del PGT Piano di Governo del Territorio, dove si specifica che essa non può che essere sia la parte "procedente" che la parte "competente" (controllato e controllore), la Giunta porta all'attenzione della Commissione Territorio la delibera per l'individuazione dell'Autorità Competente per la VAS del PGT di Rozzano.
Si individua nel Comune di Pieve Emanuele tale Autorità; esso sarà il controllore della nostra VAS.

Ritengo questa scelta molto importante ed apprezzabile, in quanto un comune come quello di Pieve, contermine del nostro, non può che essere attento alle modalità di svolgimento della VAS di Rozzano a causa della vicinanza territoriale: una valutazione non adeguata potrebbe determinare una ricaduta sul suo territorio.
Il problema fu scatenato e reso pubblico a causa del "KO" del PGT del Comune di Cermenate, che, oltre a questo, ebbe molti altri problemi.
Tale sentenza ha messo a rischio e a repentaglio tutta l'attività svolta sino a quel momento da tutti quei comuni che già si erano dotati del PGT, pochi, comunque, dei 1456 comuni lombardi. Ad oggi, infatti, sono solo circa 500 quelli che, secondo l'Osservatorio Permanente della Programmazione Territoriale della Regione Lombardia .
Rozzano sarà in linea con l'ovvia sentenza del TAR!
Marco Masini

Di seguito il testo della sentenza del TAR.
VIA E VAS - VAS - Autorità competente - Autorità procedente - Distinzione - Art. 5, lett. p e q - Necessità di separazione. Nell’ambito della procedura di VAS, l’art. 5 del d.lgs. n. 152/2006 distingue l’autorità competente (lettera p) dall’autorità procedente (lett. q); quest’ultima è definita come la pubblica amministrazione che elabora il piano o programma, mentre la prima è la pubblica amministrazione a cui compete l’attività di valutazione ambientale. Ai fini dell’individuazione dell’autorità competente, il successivo art. 7, comma 6°, ha cura di specificare che, in sede regionale, l’autorità competente è la pubblica amministrazione con compiti di tutela, valorizzazione e protezione ambientale. Le ulteriori disposizioni sulla VAS contenute nel Codice dell’ambiente confermano, con chiarezza, la necessità di separazione fra le due differenti autorità - quella procedente e quella competente - il cui rapporto nell’ambito del procedimento di valutazione ambientale strategica appare tutto sommato dialettico, a conferma dell’intendimento del legislatore di affidare il ruolo di autorità competente ad un soggetto pubblico specializzato, in giustapposizione all’autorità procedente, coincidente invece con il soggetto pubblico che approva il piano (cfr., fra gli altri, art. 11, comma 2°; art. 12, comma 4°; artt. 13, 14 e 15). Pres. Arosio, Est. Zucchini - G.V. (avv. Grella) c. Comune di Cermenate (avv. Anania) e altri (n.c.) - TAR LOMBARDIA, Milano, Sez. II - 17 maggio 2010, n. 1526

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.