sabato 30 ottobre 2010

Manutenzioni ordinarie: le fontane continuano a soffrire

E' ormai passato un mese da quando una delle due fontane di piazza Fontana a Quinto ha smesso di funzionare. Adesso anche la fontana all'ingresso di Rozzano dalla via Pavese, in viale Lombardia (una delle più brutte) ha smesso di funzionare.
Quest'ultima mostra ora le incrostazioni da alghe e il suo squallidume in assenza di quell'acqua che l'avrebbe dovuta caratterizzare, idealmente, con un lancio millimetrico dei pennacchi liquidi.
Mentre quella di piazza Fontana viene usata come serbatoio di sassi di discreta misura per il lancio del peso e come piattaforma per l'esplosione amplificata di petardi nelle condotte di emissione dell'acqua.

Segnalato anche da Rozzano Futuro nel passato, il problema della manutenzione delle fontane sta diventando critico. L'acqua è un elemento desiderabile in una città. Simbolo di freschezza, di vita.
Il problema si pone quando la manutenzione non viene svolta con una cadenza tale da far si che le nostre fontane mantengano un aspetto degno di questo nome.
Del resto per questo motivo la fontana di via Mincio fu ricoperta di terra, la vecchia fontana di piazza Fontana è stata ristrutturata con la sua piazza. Faranno la stessa fine le nuove fontane?
Chiederò formalmente la predisposizione di un piano di manutenzione per le fontane della città; esso dovrà essere articolato in una parte periodica ed una on-call.
La manutenzione periodica sarà cadenzata in ragione della stagionalizzazione (per tenere conto dell'esposizione solare che amplifica la proliferazione aghiforme), della pulizia dalla sporcizia quotidiana, di un piano di manutenzione delle pompe (sulla base delle curve di affidabilità delle stesse) e della regolarità geometrica del lancio degli zampilli, che, per prescrizioni estetiche, deve mantenersi a certe altezze o forme sulla proiezione geometrica dell'architettura delle strutture, facendo riferimento al progetto dell'autore.
La parte da gestione su chiamata (on-call) dovrà essere affidata al numero verde, con una linea diretta ai manutentori API che si peccano di presenza ma ai quali non è affidata alcuna priorità su questo tema.
Marco Masini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.