martedì 14 settembre 2010

Un parco naturalistico in area dismessa!

La natura fa miracoli, e riesce, con la forza della propria superiorità, a rendere spettacolari anche gli angoli più martoriati del nostro territorio.
Nell'area alle spalle dei nuovi campi sportivi di Valleambrosia, la dove i muri cadono con il vento e la terra si sposta accumulandosi in montagnuole che paiono autoctone, in mezzo ala polvere dei percorsi sterrati degli automezzi trasporto terra, hanno trovato residenza famigliole di conigli selvatici ed uccellagione di varia natura.
Durante una delle visite di routine del territorio, mi è capitato di imbattermi in questi angoli di natura dall'aspetto lunare, ma vivi e capaci di fornire sosrprese tra le più inaspettate.

Muovendosi con circospezione, ho potuto vedere, tra l'erba alta, famiglie di piccoli conigli selvatici, fagiani nei cespugli a ridosso della tangenziale, ed aironi nelle pozze d'acqua post temporale.
Dobbiamo pensare ad un altro angolo di città da proteggere e salvaguardare?
Pensiamoci, e nel frattempo.... fate circolare.
Marco Masini

Il muro del campo di calcio principale caduto in agosto e prontamente ricostruito (senza dare segnalazione di alcun tipo): lavori pubblici "ad impatto zero".

La "sterpaia" piena di vita tra i capannoni e la tangenziale a Valleambrosia.




A bordo tangenziale, i cespugli sono rifugio per fagiani ed altri uccelli, che, camminando, possono saltar fuori all'improvviso!

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.