domenica 26 settembre 2010

Son tornati... ovvero: quando i pirla non demordono.

Non son passati che pochi mesi dall'intervento di rimozione dei precedenti cartelloni, che, giusto in tempo per la nuova stagione commerciale, i committenti avranno richiesto maggiore visibilità (abusiva) per i loro esercizi commerciali.
Anche oggi nomi e cognomi:
- Celtic Soul restourant
- Il mercatone dell'arredamento
Al solito, si possono immaginare due situazioni. Con una Polizia Locale efficiente, il Comune può - grazie a queste installazioni che nascono in una notte ma che impiegano molto ad essere rimosse - incassare un sacco di soldi lecitamente. Oppure, possono imperversare liberamente sfregiando le regole ed il territorio.

Io credo che anche piccole operazioni di boicottaggio degli esercizi siano necessarie. Il territorio è, in prima battuta dei cittadini. Qui le regole esistono, e valgono per tutti, anche per i prepotenti.
Solleciterò i Vigili in merito, perchè, con la situazione finanziaria attuale, non volendo/potendo tagliare servizi e interessati a continuare a fornire attività importanti sul territorio, qualche migliaia di euro (molti) al mese non ci danno mica fastidio...
Marco Masini

1 commento:

  1. Pienamente d'accordo sulla necessità di intervenire per togliere questi cartelli. E' anche vero che però magari il Comune dovrebbe dare il buon esempio dato che, a quanto ne so, è VIETATO sul territorio Comunale esporre cartelli superiori ai 3 mq. Invito invece ad andare (e non è l'unico cartello di questo tipo), sulla rotonda in prossimità di Piazza Alboreto per vedere un cartello enorme (a occhio 20 mq) per pubblicizzare il servizio relativo al numero verde comunale! Cosa facciamo: boicottiamo anche quel numero verde?

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.