lunedì 28 giugno 2010

Teleriscaldamento: agi e disagi

Nei giorni scorsi, durante la posa delle tubazioni del teleriscaldamento a Quinto dè Stampi, API ha "blindato" in casa alcuni cittadini. Gli scavi, in prossimità di cancelli e portoni, sono stati fatti senza provvedere a coprirli con le apposite lastre di acciaio, che consentono di continuare a fruire delle strade e dei marciapiedi in situazioni di disagio procurato.
Abbiamo segnalato la vicenda in Consiglio Comunale, per chiedere maggiore attenzione ai lavori, e non costringere i cittadini ad assenze forzate dal posto di lavoro (è successo anche questo).

Il teleriscaldamento a Quinto è uno dei passaggi più importanti del piano industriale approvato dal Consiglio, e avrà prodotto un vantaggio ambientale significativo a causa dell'enorme quantità di SO2 e NOx (ossidi di zolfo e di azoto) che la sostituzione delle caldaie a gasolio con la centrale cogenerativa centralizzata a gas - oggi e con un contributo di biomassa, a breve.
Marco Masini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.