giovedì 1 aprile 2010

Ma cosa vuole chi vota Lega?

Ammettiamolo: nelle regioni del Nord Italia la Lega è il partito che ha ottenuto la più importante affermazione in termini di crescita del consenso. Bene.
La domanda sorge spontanea: ma per cosa vota chi vota Lega?
E' importante capirlo, perchè aiuta a comprendere la metamorfosi della società.
A sentire il "capo", l'Umbertone, la gente vota Lega perchè capisce che la Lega è il cambiamento, soprattutto vuole il federalismo e per questo si batte.
Ma è realmente così?

Non credo. Da quando governa con il PDL ha tolto l'ICI, l'unica vera risorsa fiscale federale, che è tornata ad essere una prebenda a diminuire con gli anni trasferita quotaparte su decisione di "Roma ladrona". Sull'energia dicono centralmente "facciamo il nucleare", ma non lo vogliono nelle regioni dove governano loro. Quindi?
Quindi altre sono le ragioni che portano in quella direzione.
Il lavoro?
Si dice che gli operai adesso votano Lega. Il problema di oggi è il lavoro, come espressione di personalità, di autonomia, di preestigio e rappresentatività personale... Certo sarà per il lavoro! Vado sul sito della Lega, a cercare con qulai nuove idee riescono a caturare l'attenzione ed il voto dei lavoratori....
...non c'e' una parola sul lavoro!!!! Nella pagina più rappresentativa detta "Le idee della LEGA", non c'e' un solo capitolo dei loro "approfondimenti" dedicato al LAVORO!! ...azz..!
Quali altri temi portano dunque tanta acqua a quel mulino?
Ancora, rifacendoci alle Idee della Lega, vediamo che capitoli importanti sono dedicati a Scuola, Giustizia, Famiglia e Territorio. Per importanti mi riferisco al fatto che ne hanno scritto qualche pagina in più.
Bene.
Scuola. Parità scolastica e buono scuola. Come noto, molti operai ed impiegati mandano i loro figli nelle scuole private. Un bel servizio di poco tempo fa sulla Rai ha mostrato che la retta media degli istituti privati Lumbard non consente l'accesso ai redditi medi, nemmeno con l'integrazione del buono scuola. Allora non dovrebbe essere questo. La cultura locale, la scuola Padana la devolution scolastica: l'esaltazione del Gaelico e del Lumbard.... Però mi sembra che anche Bossi abbia una moglie TERRONA. Giusto, siccome sta al Nord deve imparare il Milanese.
Giustizia. Qui mi sa che ci avviciniamo al punto della questione. Certezza della pena, galera per i clandestini... ecco il punto che fa il paio con il lavoro, ma da un'altra prospettiva!
La crisi ha spaventato tutti. La mancanza di lavoro e la laboriosità italiana si scntrano con un aumentata offerta di lavoro locale e internazionale (clandestina...!!). La paura dell'uomo nero, del negher, viene alimentata con scopo scientifico inducendo il pensiero che gli extra-comunitari (o quelli che gli assomigliano anche essendo europei come i Rumeni) ci rubano il lavoro...
Ma di quale lavoro parliamo? I lavoratori clandestini e quelli extra-comunitari spesso occupano e si occupano di lavori modesti, di tutto ciò che sin da sempre in Italia si faticava a trovare, per l'intensità e òa pesantezza della prestazione: raccoglitori di pomodori, colf e badanti, manovali pesanti, etc. etc.
Ora: è questa la prospettiva che la Lega offre? Mi sembra di ben poco conto e con il fiato corto. E' un pò come innalzare dazi doganali per non confrontarsi sul tema di fondo della questione, la competitività del Paese nel mondo globalizzato.
Investimento nella scuola pubblica (dove possono andare tutti), nella cultura, nelle scienze e nella ricerca e sviluppo, tutto questo ci permetterebbe di ritagliarci degli spazi sociali di più elevato valore aggiunto e confrontarci con altri paesi avanzati. Invece, la Lega, insieme al resto del Governo attuale, va nella direzione opposta: pensa che sia giusto e combatte per far sì che si possa aver paura dell'immigrato che ci toglie il lavoro di basso profilo (infatti, durante la manifestazione dell'amore, un giornalista è stato redarguito da un esimio partecipante con un "vai a lavorare, vai a raccogliere i pomodori!"), taglia l'investimento nella ricerca, taglia nella scuola, nell'università, ...
Ma allora cosa vuole chi vota Lega???
Marco Masini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.