giovedì 18 marzo 2010

Basta TV, basta Mr. B. e sodali spartitori

Non lo dico io, lo dice Il Sole 24 Ore: "....la Rai perde ascolti con le tribune politiche e senza Ballarò e Anno Zero, a vantaggio dei privati e, soprattutto del maggiore concorrente...Il cerchio si chiude.".
Per una informazione più sana è bene fare su ogni argomento una ricerca in internet per farsi un'idea di come stanno le cose: si riescono ad intercettare tutte le opinioni e a farsi un'idea dei fatti tramite la lettura da, se vogliamo, diverse angolazioni.
Costa anche meno della rassegna stampa cartacea (troppi soldi per l'acquisto di almeno 4 o 5 giornali), alla quale, io personalmente, faccio cmq riferimento per approfondimenti delle opinioni che apprezzo di più.
Sta di fatto che:
1) sarebbe bene che un giornalista, che si dice tale, cercasse sempre gli originali del materiale origine dela notizia, di tipo documentale, materiale, video e foto, parlando se possibile anche con gli attori in gioco;
2) le TV e i giornali fanno sfregio dell'informazione quando non svolgono il loro ruolo di controllo nei confronti dei poteri, e questo è spesso realizzato nascondendo le notizie o malamente manomettendole;
3) evitare d'avere un editore giocatore in campo.
A questo proposito, per esempio, dopo il "miracolo" di Mr. B. sui rifiuti napoletani, non si è più parlato del problema.... Allora lo si pensa risolto.
Ebbene no: Il Mattino, quotidiano di Napoli, in prima pagina titolava ieri: "Rifiuti, da Napoli a Caserta torna l'emergenza. Lavoratori senza stipendio, raccolta e impianti bloccati. La gestione affidata alle province: ma non hano fondi"......
E ieri, in tutte le "rassegne stampa" nelle trasmissioni mattutine nessuno ne ha fatto cenno: chissà perchè?!?!?!
Marco Masini
Per l'immagine, grazie a Napoli Today.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.