domenica 14 febbraio 2010

Inciviltà e degrado tra Rozzano ed Opera

Le campagne rozzanesi sono inserite nel contesto del Parco Agricolo Sud Milano, un parco sui generis, che vive di agricoltura per mantenerne memoria e proteggere il territorio da una sempre più insistente e pressante urbanizzazione. Non è presidiato in modo particolare, se non dalle guardie provinciali che, scarse in numero, fidano nel contributo delle amministrazioni comunali che del parco fanno parte ed alle quali il parco appartiene.

A Rozzano c’è un’area, quella prossima al comune di Opera raggiungibile con la strada che dal cimitero di Ponte Sesto porta alla Cascina Mirasole, che è continuamente violentata da discariche abusive. Ancora oggi che esistono efficienti servizi gratuiti di presa a domicilio di rifiuti ingombranti di ogni genere e che disponiamo di un conferimento capillare, ci sono persone che preferiscono caricarsi in macchina la monnezza ed abbandonarla in campagna, a rischio di multe o segnalazioni alla polizia municipale o comunque esposti al pubblico ludibrio. Probabilmente ciò non dissuade dal farlo e i servizi a disposizione non sono sufficienti.
Occorre però segnalare che, quando è capitato a mia moglie di vedere un cotanto disgraziato, preso il cellulare, ha immediatamente chiamato la Polizia Municipale per chiedere un immediato intervento o ricevere la segnalazione della targa dello zozzone per fargli recapitare una bella multa postuma. Ebbene, al telefono il vigile ha risposto che la segnalazione della targa non gli interessava, perché tanto non sarebbe potuta servire a nulla visto che non si trattava di un loro compito (!), e che non sarebbero usciti perché tanto non sarebbero intervenuti in tempo!
Per la prima affermazione è falso che i vigili non hanno competenza, perciò non facciamoci “raggirare”. Per la seconda questione, almeno a verificare l’entità del problema e far intervenire l’azienda per il ripristino della zona è dovuto.
Il risultato è sotto gli occhi di tutti. Nonostante l’impegno dei probi la zona è sempre e comunque oggetto di discarica, e Area (la società per la gestione del conferimento dei rifiuti di Rozzano) deve, ogni volta che può, intervenire per una pulizia fuori luogo.
Il posto di notte è appartato, e consente ai deficienti di scaricare inopportunamente: come risolvere la cosa? Del resto non c’è nemmeno il fatidico cartello di “divieto di scarico” che notoriamente attira i pirla…
Marco Masini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.