domenica 14 febbraio 2010

Dalla devastazione sotto la neve spuntano cartelloni.

Ecco lo scempio dei pioppi cipressini sotto la nevicata dei giorni scorsi. Al di là dell’aspetto più o meno fascinoso (della neve, non dell’opera di abbattimento), c’e’ da notare che la, in mezzo alla bruma e a lato tangenziale, compare un bel cartellone di 6 metri per 3 che non dovrebbe esserci.
La normativa in merito è chiara: Il prefetto può emettere un'ordinanza per la rimozione immediata dei cartelli, che distolgono l'attenzione degli automobilisti alla guida. Succede spesso, ma la legge del mercato è implacabile. Se ti vedono ci sei e vendi, altrimenti sei destinato all’oblio. Allora val bene il rischio di un’ammenda un potenziale fatturato in più, tanto maggiore quanto maggiore è l’inedia del comune e degli enti deputati al controllo.
Il codice della strada recita in materia all'art.23: "E' vietata qualsiasi forma di pubblicita' lungo e in vista degli itinerari internazionali, delle autostrade e delle strade extraurbane principali e relativi accessi. Su dette strade e' consentita la pubblicita' nelle aree di servizio o di parcheggio solo se autorizzata dall'ente proprietario e sempre che non sia visibile dalle stesse. Sono consentiti i cartelli indicanti servizi o indicazioni agli utenti purche' autorizzati dall'ente proprietario delle strade."
Questa del degrado estetico e della sicurezza stradale, almeno sul nostro territorio di Rozzano, sarà una nuova “campagna” di sensibilizzazione e denuncia della quale mi occuperò e per la quale Vi chiedo un contributo.
Marco Masini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.