lunedì 25 gennaio 2010

SACCHETTI DI PLASTICA: NO GRAZIE!

COMUNICATO STAMPA 03_10: La lista Rozzano per D’Avolio festeggia il formale impegno della Giunta in direzione della mobilitazione per l’eliminazione sul territorio dei sacchetti di plastica.

“La direttiva europea di riferimento, del 2004(!), prevedeva l’eliminazione degli shopper da petrolio e derivati entro la fine dello scorso anno – dice Marco Masini, capogruppo della lista Rozzano per D’Avolio – ma l’ultimo mille proroghe ne ha spostato l’attuazione al termine del 2010”.

In media ogni cittadino italiano usa annualmente 30 kg di shopper di plastica e l’uso, o meglio l’abuso, della sportina è l’oggetto che più abbonda nelle nostre case. “E’ un oggetto utile per pochi minuti e che poi diventa il rifiuto più diffuso nei nostri mari (dove il 90% della spazzatura galleggiante è costituito da plastica), sulle nostre spiagge, nei nostri parchi e sui nostri monti” continua Masini.
La grande, media e piccola distribuzione si dovrà attrezzare. C’è chi ha già intuito la potenzialità delle shopper di cotone griffate e decorate con scintillanti messaggi pubblicitari. Dopotutto, prima della rivoluzione dei supermercati, neanche trent’anni fa, a fare la spesa ci si andava con la sacca o la rete portata da casa, appallottolata in fondo alla borsa.
Ora siamo arrivati a consumare 400 sacchetti a testa in un anno, ad usarli per pochi minuti, e ritrovarceli come rifiuti per un minimo di 20 anni fino a 400. Sproporzione terribile, sufficiente di per sé a brindare alla condanna a morte del sacchetto.
“L’assessore Apuzzo ha confermato che l’Amministrazione convocherà da subito la distribuzione commerciale – dice il consigliere Piras, presidente della Commissione Ambiente - per invitarli ad adottare da subito una politica di sostenibilità ambientale, una sorta di moral suasion, per fare ciò che è possibile a livello comunale, in attesa che lo Stato faccia la sua parte”.
A fine anno, in prossimità della fine vita dello shopper in plastica, il Comune distribuirà le sporte in tessuto a tutta la cittadinanza per rendere visibile la nuova tendenza a beneficio di tutti!

2 commenti:

  1. Ottima iniziativa.
    Riguardo la raccolta dei rifiuti ho letto sul Vivirozzano l'annuncio di Area che invita a gettare insieme lattine, cartoni per bevande e plastica.
    Vista la difficoltà che hanno i cittadini a fare una corretta raccolta differenziata (almeno nel mio condominio) credo sia utile ribadire le regole della raccolta differenziata attraverso una campagna di informazione mirata ed efficace. Ad esempio suggerisco l'invio di comunicazioni / volantini agli amministratori condominiali affidando loro l'incarico di informare i condomini.
    Paolo

    RispondiElimina
  2. La modifica del regolamento di igiene approderà in commissione ambiente la prossima settimana per la raccolta differenziata multi-materiale. Questo per cercare di (purtroppo) andare incontro ai cittadini che non sono riusciti a capire la differenza tra plastica e carta... Con una vagliatura a valle si cercherà di migliorare la qualità del differenziato: costi in più? Certo, ma l'ambiente e l'energia che si risparmia non possono aspettare (e neppure le sanzioni).
    Per la campagna di sensibilizzazione, so che l'assessore Apuzzo sta muovendosi: ho sollecitato personalmente che avvenga anche a livello di condominio.
    Marco Masini

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.