domenica 20 dicembre 2009

Persone poco avvedute che non prevedono le conseguenze dei propri atti per insufficiente intelligenza.


Si, coglioni (persona poco avveduta che non prevede le conseguenze dei propri atti per insufficiente intelligenza) quelli che parcheggiano sui marciapiedi del Fiordaliso e di molti altri posti. La pigrizia, l’ignoranza e la maleducazione colpiscono inesorabilmente (soprattutto quelli con i SUV, che in città non servono a niente, che consumano ed inquinano un casino e che gonfiano gli ego). Cercare un parcheggio un po’ più distante? Ma scherziamo, mi si sporcano le scarpe. Pigrizia.

I marciapiedi – anche quelli del Fiordaliso, dove sono stato stasera – sono realizzati come opere di urbanizzazione secondaria da parte, spesso, della proprietà, utilizzando soldi dovuti alla collettività. Usarli come parcheggio li spacca, provoca disagio e rende il posto poco decoroso. Ignoranza.

Ma perché abbiamo a che fare con queste persone, c’è proprio e solo bisogno della repressione? Attenzione, se gli dici qualcosa “scusi ma non può cercare un parcheggio normale?”, la risposta è sempre quella: “Ma vaffanculo, fatti i …azzi tuoi”. Maleducazione.

E ce ne sono tanti!

Marco Masini

2 commenti:

  1. La domanda è sempre la stessa: dove sono i vigili il sabato alle 18?
    Risposta: nel parcheggio della cascina grande a multare chi lascia la propria vettura tra le due file di auto parcheggiate.
    La prossima volta in mancanza di un parcheggio "regolare" porterò i figli al Fiordaliso invece che in biblioteca...
    ...con i soldi della multa faccio anche un po' di spesa!
    Paolo

    RispondiElimina
  2. Completamente d'accordo, salvo ricordarci che l'area del Fiordaliso, dall'entrata del parcheggio, è privata. Le "sanzioni" o meglio il controllo dovrebbe essere della vigilanza.
    Ho assistito ad una brutta scena nella quale un automobilista, invece di indirizzarsi dove il ragazzo della vigilanza indicava - al park sotterraneo perchè quello superiore era pieno, per poco non lo investiva pur di non rispettare l'indicazione, con tutto il seguitop di porc... e vaff... che ne è derivato.
    Per la parte comunale, e cioè il tratto su via Curiel sino alla rotonda (che poi diventa comune di Milano) la polizia municipale è intervenuta spesso, ma è un problema culturale... Anche se, se si mettessero dei vigili in servizio permanente in quella zona, si riempirebbero facilmente le casse comunali...
    Solidarietà per la multa in cascina! L'ha presa anche un parente, ma non per questo aveva ragione.
    Marco

    RispondiElimina

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.